lunedì 7 dicembre 2009

Anglicani, la Chiesa episcopale americana ha eletto vescovo di Los Angeles una donna apertamente omosessuale. Preoccupato l'arcivescovo di Canterbury


Vedi anche:

COSTITUZIONE APOSTOLICA "ANGLICANORUM COETIBUS" CIRCA GLI ORDINARIATI PERSONALI PER ANGLICANI CHE ENTRANO NELLA CHIESA CATTOLICA: LO SPECIALE DEL BLOG

Domenica prossima, alle 10, il Papa visiterà l'Hospice Sacro Cuore di Roma

Il Papa incontrerà il cardinale Brady e l'arcivescovo di Dublino: al centro dei colloqui la dolorosa situazione della Chiesa in Irlanda (R.V.)

Il Papa diciassettesimo nella classifica del “Foreign Policy Magazine”: il commento di Roberto Pepe

Venerdì il Papa riceve il card. Brady per i preti pedofili di Irlanda (Apcom)

Il Papa: nell'Immacolata contempliamo il riflesso della Bellezza che salva il mondo (Radio Vaticana)

La mia personale solidarietà al cardinale Tettamanzi

Pedofilia, Padre Lombardi: l'11 dicembre il Santo Padre incontrerà i vescovi irlandesi (Sir)

"Dio c'è". Al Natale la Chiesa italiana si prepara così (Magister)

Il Papa: "Nella Chiesa è sempre in atto una lotta tra il deserto e il giardino" (Zavattaro)

ANGELUS: VIDEO INTEGRALE DI THE VATICAN

Vertice di Copenhagen: Nota Sir

Il Papa: il nostro impegno per le generazioni future (Pinna)

Benedetto XVI incontra cardinale irlandese per dossier sulla pedofilia (Il Sole 24 Ore)

Più rispetto per l'ambiente. Il Papa "lancia" Copenaghen (La Rocca)

Gran Bretagna: la storia di Jennie, discriminata perché cristiana (Gianfranco Amato)

La Chiesa si mobilita per Copenhagen. Il Papa: cambiamo anche gli stili di vita (Galeazzi)

Clima, il Papa: «Serve un impegno per il futuro» (Il Giornale)

Messa natalizia anticipata di due ore: decisione presa da tempo per non affaticare troppo il Papa. Nessun allarme per la sua salute (Tornielli)

Pedofilia: il card. Brady dal Papa. Presenterà il dossier sugli abusi da parte di alcuni preti dell'arcidiocesi di Dublino (Ansa)

Copenaghen, appello del Papa: Impegni concreti per giovani e futuro (Apcom)

Il Papa: “Il Vangelo racconta fatti storici realmente accaduti” (Tornielli)

Il Papa: "La Chiesa ha continuamente bisogno di purificarsi, perche' il peccato insidia tutti i suoi membri" (Izzo)

Il Papa: pregare per le Chiese dell'Est che stanno rinascendo. Clima, Benedetto XVI: azioni rispettose della natura (Izzo)

Il Papa: Il Vangelo non è una leggenda. Un invito per Copenhagen (AsiaNews)

Il Papa: servono politiche di sostegno a natalità e famiglie (Izzo)

Il Papa: «Insidiata dal peccato, la Chiesa ha bisogno di purificarsi» (Corriere)

Il Papa: il Vangelo non è una leggenda ma una storia vera (Izzo)

Benedetto XVI: "Salvaguardiamo l'ambiente. E la politica sostenga le famiglie numerose" (Repubblica)

Il Papa: "La Parola di Dio è il soggetto che muove la storia, ispira i profeti, prepara la via del Messia, convoca la Chiesa. Gesù stesso è la Parola divina che si è fatta carne nel grembo verginale di Maria: in Lui Dio si è rivelato pienamente, ci ha detto e dato tutto, aprendoci i tesori della sua verità e della sua misericordia" (Angelus)

Note a freddo - e quindi non emotive - sulla sentenza sul Crocifisso (Pietro De Marco)

Su segnalazione della nostra Maria leggiamo:

USA: UNA LESBICA 55ENNE VESCOVO DI LOS ANGELES

Per la prima volta la Chiesa episcopale, il ramo americano della Chiesa anglicana, ha eletto vescovo di Los Angeles una donna apertamente omosessuale. Il reverendo Mary Glasspool, 55 anni, che da più di vent'anni anni ha apertamente una relazione con un'altra donna, è stata eletta vescovo nel corso della tradizionale convention annuale della diocesi: ha ottenuto 153 voti tra gli esponenti del clero e 203 voti dagli esponenti laici, ottenendo così la maggioranza richiesta dei suffragi. Glasspool succede nell'incarico a un'altra donna, Diane Jardine Bruce, 53 anni, eletta vescovo della diocesi di Los Angeles nella convention precedente. Secondo quanto riferisce il Los Angeles Times, è la prima volta in 114 anni che due donne vengono elette consecutivamente come vescovo della diocesi. L'elezione di Mary Glasspool dovrà ora essere convalidata dai vescovi delle 108 diocesi episcopali del Paese.

PREOCCUPATO L'ARCIVESCOVO DI CANTERBURY

L'arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams, si è detto preoccupato dopo l'elezione di una donna apertamente omosessuale a vescovo della Chiesa episcopale (la branca americana della Chiesa anglicana) a Los Angeles.
Lo riferisce la Bbc online.
«L'elezione apre questioni molto serie, non solo per la Chiesa episcopale ed il suo posto nella comunità Anglicana, ma per la comunità tutta», si legge in un comunicato di Williams pubblicato sul proprio sito web.
Oggi, il reverendo Mary Glasspool, 55 anni, che da più di vent'anni anni ha apertamente una relazione con un'altra donna, è stata eletta vescovo nel corso della tradizionale convention annuale della diocesi di Los Angeles. La sua nomina «deve essere ancora ratificata», ha sottolineato Williams: l'elezione di Glasspool dovrà infatti essere convalidata dai vescovi delle 108 diocesi episcopali del Paese. La nomina di Los Angeles arriva dopo che la Chiesa episcopale (2 milioni di fedeli negli Usa) nel luglio dello scorso anno ha tolto il bando alla consacrazione di vescovi omosessuali, posto quattro anni fa per sedare le proteste degli anglicani più conservatori ed evitare una scisma. A provocare lo scontro era stata la nomina nel 2003 del primo vescovo gay, Gene Robinson del New Hampshire.

© Copyright Ansa

4 commenti:

mariateresa ha detto...

su questa vicenda non si sa se ridere o piangere. Sul Times Ruth Gedhill si mangia in umido il povero Williams naturalmente dal punto di vista liberal.Si prospetta ora sulle sponde americane anglicane una altro scisma , questa volta da parte della componente evangelica che sono diventati idrofobi per questa nomina. In realtà è inutile scudisciare Williams, c'è un problema di governance e serio e non da oggi. Questo è l'ultimo articolo della Gledhill
http://www.timesonline.co.uk/tol/news/uk/article6946709.ece
Si sperava, da parte di quelli che la pensano come Gledhill , che la fuoriuscita degli anglocattolici avrebbe lasciato la confessione anglicana felicemente e tenacemente su presupposti liberal. Ma gli evangelici anglicani non la pensano così e sono una bella fettona.
Io credo che se potesse Williams andrebbe a zappare la terra.

Maria ha detto...

Io all'inizio ho pensato :" c'è solo da piangere".
Ma poi mi sono detta :"fosse mai che con questo ultimo guizzo di modernismo, qualcuno fa un passo indietro e torna all'ovile"?

Sarebbe l'unica consolazione davanti a tanto scempio!

Marco ha detto...

Una combinazione migliore non c'era. manca solo un trans come vescovo e siamo a posto! Marco

Anonimo ha detto...

Williams è un poeta gallese, snobbato dai media anglofoni. Però non capisco perché ci tengono tanto al titolo di vescova queste liberal, sarebbe più logico che si battessero per l'abolizione di questi residui dell'epoca medievale e cattolica.Eufemia