giovedì 19 novembre 2009

Il Papa alle facoltà ed università cattoliche: "Ruolo insostituibile" (Sir)


Vedi anche:

Il Papa: "Nell’odierna società, dove la conoscenza diventa sempre più specializzata e settoriale, ma è profondamente segnata dal relativismo, risulta ancora più necessario aprirsi alla "sapienza" che viene dal Vangelo" (Discorso)

Mons. Pozzo (Ecclesia Dei) sull'applicazione del motu proprio, sul suo decreto interpretativo e sulla riforma della riforma (Messainlatino)

Il Mancuso debole piace a tutti (Agnoli). Un nuovo libro dopo lo scandalo del "caso Augias"

Applauso convinto a Mons. Piacenza: "All'evangelizzazione non servono i preti showman che vanno in TV" (Apcom)

Acquistabile online "ALMA MATER". Musica dal Vaticano con la voce di Papa Benedetto XVI

Papa Benedetto, i sensi, l'anima, la bellezza di Dio ed i suoi segni ci conservano il mondo (Sequeri)

I testi di e su Benedetto XVI: novità in libreria

I problemi della Chiesa in Cina e la lettera del card. Bertone (Annie Lam)

Anno Sacerdotale, Mons. Piacenza: "Mai l’obbedienza, nella Chiesa, è contraria alla dignità ed al rispetto della persona"

Ettore Gotti Tedeschi: La crisi dimostra che non si è tenuto conto di quanto auspicato dall'enciclica di Benedetto XVI (Osservatore Romano)

La campagna d’autunno del Vaticano in Cina inizia con due mosse (Paolo Rodari)

Come orientarsi nel mondo anglicano (Messainlatino)

Catechesi del Santo Padre, Vian: La via della bellezza

La partecipazione dei fedeli all'autentico spirito della liturgia: Il silenzio e il canto (Guido Marini)

Artisti in Vaticano senza confini. Verdon: tornare al significato. Un appello di laici in difesa del sacro (Calabrò)

Il Papa: le cattedrali romaniche e gotiche ci hanno tramandato la fede (Izzo)

Ravasi ci spiega il (suo) manifesto per una santa alleanza tra artisti e Chiesa (Burini)

Appello del Papa per i bambini: no a violenze, abusi, malattia e fame

Il Papa: I capolavori artistici nati in Europa nei secoli passati sono incomprensibili se non si tiene conto dell'anima religiosa che li ha ispirati

Il Papa: I capolavori artistici nati in Europa nel passato sono incomprensibili se non si tiene conto dell'anima religiosa che li ha ispirati (Izzo)

Il Papa: "Quando la fede, in modo particolare celebrata nella liturgia, incontra l’arte, si crea una sintonia profonda, perché entrambe possono e vogliono parlare di Dio, rendendo visibile l’Invisibile" (Catechesi)

Il Papa: Come diceva Marc Chagall, per secoli i pittori hanno intinto il loro pennello in quell’alfabeto colorato che era la Bibbia (Sir)

Anglicani e ortodossi. Il cardinale Kasper tra due fuochi (Magister)

Mons. Georg Ratzinger ed il cane Otto :-)

Il mezzo è il messaggio divino. Il cattolicesimo verace di Marshall McLuhan, teorico del villaggio globale (Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro)

Rahner, la personalità enorme e «pericolosa» del filosofo che «voleva troppo». Le note di De Lubac e il no di Spaemann (Tempi)

Rahner: La teologia della disincarnazione.Relativismo, modernismo e pensiero debole.Padre Cavalcoli accusa l' architetto del Concilio di tradimento

Sferzata del Papa: troppa opulenza. Benedetto XVI lancia l'allarme sulle conseguenze della crisi e condanna gli sprechi (Marroni)

Segnalazione blog "Il Marchese del Grillo"

Prossimamente in libreria "Benedetto XVI oltre le mode del pensiero" di Francesco Antonio Grana. In anteprima la prefazione del card. Michele Giordano

BENEDETTO XVI: ALLE FACOLTÀ E UNIVERSITÀ CATTOLICHE, “RUOLO INSOSTITUIBILE”

“Sono lieto di fare memoria insieme con voi di questi significativi anniversari, che mi offrono l’occasione di evidenziare ancora una volta il ruolo insostituibile delle Facoltà ecclesiastiche e delle Università cattoliche nella Chiesa e nella società”: lo ha detto oggi in Vaticano il Papa Benedetto XVI, rettori, autorità accademiche, professori e studenti delle facoltà ecclesiastiche e delle università cattoliche, in occasione del 30° anniversario della Costituzione apostolica “Sapientia christiana”, promulgata il 15 aprile 1979 dal Servo di Dio Giovanni Paolo II, e del 60° anniversario del riconoscimento da parte della Santa Sede dello statuto della Federazione Internazionale delle Università Cattoliche (Fiuc). Il Papa ha ricordato che la Dichiarazione conciliare “Gravissimum educationis” “esortava le Facoltà ecclesiastiche ad approfondire i vari settori delle scienze sacre, per avere una conoscenza sempre più profonda della Rivelazione, per esplorare il tesoro della sapienza cristiana, favorire il dialogo ecumenico e interreligioso, e per rispondere ai problemi emergenti in ambito culturale”. Lo stesso documento “raccomandava di promuovere le Università cattoliche, distribuendole nelle diverse regioni del mondo”.
Riguardo alla realtà e consistenza delle istituzioni accademiche e universitarie cattoliche, Benedetto XVI ha ricordato che “oggi vi sono (..) oltre 1.300 Università cattoliche e circa 400 Facoltà ecclesiastiche, diffuse in tutti i continenti, molte delle quali sono sorte negli ultimi decenni, a testimonianza di una crescente attenzione delle Chiese particolari per la formazione degli ecclesiastici e dei laici alla cultura e alla ricerca”. Ha poi parlato dei contenuti degli studi accademici, sottolineando che “la Rivelazione cristiana è una forza trasformante, destinata a permeare i modi di pensare, i criteri di giudizio, le norme di azione. Essa è in grado di illuminare, purificare e rinnovare i costumi degli uomini e le loro culture e deve costituire il punto centrale dell’insegnamento e della ricerca, nonché l’orizzonte che illumina la natura e le finalità di ogni Facoltà ecclesiastica”. Benedetto XVI ha quindi esortato a “raggiungere, con la ricerca teologica, una conoscenza più profonda della verità rivelata”, incoraggiando, “allo stesso tempo, i contatti con gli altri campi del sapere, per un fruttuoso dialogo, soprattutto al fine di offrire un prezioso contributo alla missione che la Chiesa è chiamata a svolgere nel mondo”.
Nell’indirizzo di saluto rivolto al Papa dal card. Zenon Grocholewski, Prefetto della Congregazione per l’Educazione Cattolica, il porporato ha sottolineato che “le istituzioni accademiche ecclesiastiche e cattoliche qui convenute rappresentano (..) due rami di un unico albero. E' l’albero della sapientia christiana, che ha preso germoglio nei didascaleia dei primi tempi della Chiesa, e si è successivamente configurato nelle scuole fondate presso le chiese cattedrali e presso i conventi dei monaci, dove la dottrina ecclesiastica e la cultura profana si incontravano in armonia proprio con l'intento di far fruttificare la Verità rivelata. Da queste scuole – ha sottolineato - sono derivate poi le Università che, purtroppo, nel loro percorso storico hanno smarrito questo obiettivo ultimo”. Il card. Grocholowski ha quindi affermato che “oggi questi due rami almeno al livello della Chiesa - sentono vivamente l'appartenenza comune all'albero della sapientia christiana e vogliono continuare a crescere insieme nella ricerca della Verità per offrire alla società il loro contributo, grandemente necessario per un autentico e integrale sviluppo della persona e della società”.

© Copyright Sir

1 commento:

mic ha detto...

sarà necessario tuttavia selezionare i formatori, oggi quasi esclusivamente modernisti!