mercoledì 18 marzo 2009

Come mai il Vaticano ha ritenuto di dovere correggere le parole del Papa sui preservativi (termine sparito dalla trascrizione)? Bene l'Osservatore!

Cari amici, non voglio sollevare polemiche. Sono troppo confusa e anche troppo arrabbiata (non con i giornalisti questa volta!) per dire anche una sola parola, ma mi chiedo e vi chiedo: perche' la trascrizione dell'intervista al Santo Padre non corrisponde a cio' che il Papa ha effettivamente affermato?
Dal sito del Corriere della sera
:

SUL SITO DEL VATICANO SPARISCE IL TERMINE "PRESERVATIVO"

Il Vaticano, nel pubblicare la trascrizione integrale dell'intervista concessa ai giornalisti dal Papa martedì durante il volo verso il Camerun, ha corretto le parole usate da Benedetto XVI sui preservativi.
Nel testo che compare sul bollettino e sul sito della Santa Sede, Ratzinger afferma: «....Direi che non si può superare questo problema dell'Aids solo con slogan pubblicitari. Se non c'è l'anima, se gli africani non si aiutano, non si può risolvere il flagello con la distribuzione di profilattici: al contrario, il rischio è di aumentare il problema».
Dalla sbobinatura della registrazione in possesso dei giornalisti, le parole di Benedetto XVI risultano invece nel seguente modo: «...direi che non si può superare questo problema dell'Aids solo con i soldi, che sono necessari, ma se non c'è l'anima che sa applicarli, non aiutano; non si può superare con la distribuzione di preservativi che, al contrario, aumentano il problema».

© Copyright Corriere online

Non dico nulla sulla frase in se' perche' non ero sull'aereo con il Papa, ma una cosa so di sicuro perche' l'ho sentita ieri sera con le mie orecchie al Tg2: il Papa non ha usato il termine "profilattici" ma "preservativi".
Perche' le sue parole sono state corrette e, soprattutto, come si e' osato correggerle?
E non vado oltre perche' stasera e' meglio che mi cacci una cipolla in bocca
!
Benissimo l'Osservatore che pubblica la parola "preservativi".
R.

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Secondo me, le parole del Papa erano una volta comabiata con il viaggio in Brasile... da qui ? La segretteria di Stato! Rodari ha ragione, questa Segreteria di Stato ha tropo pottere supervisa la Salla Stampa è qualcosà non va!

mariateresa ha detto...

cara, profilattici o preservativi pari sono. Non ci arrabbiamo di questo.La parola è diversa, ma la situazione rimane uguale.
Confesso che il mio pensiero non si è ancora depositato e i miei neuroni assomigliano alla neve finta dentro alla palla di vetro quando si scossa.
Io penso che questa vicenda nel complesso non nasca da buonafede, e sto parlando delle reazioni dei governi europei.
Finchè si tratta di organizzazioni che campano sulla distribuzione di condom (lo dico senza offesa, ma come constatazione) passi, ma il resto no.No non è normale.
In attesa che i miei neuroni si depositino.
E non abbiamo ancora sentito cantanti e artisti e perditempo.
Ma su questo si potrebbe dire "transeat".
No qui a me la questione sembra più seria. Benedetto non può parlare, anche dire le cose che nella dottrina cattolica sono note.
Un po' come la Dominus jesus. Solo che stavolta intervengono dei ministri....
Nel mondo cattolico qualcuno che fa come Pietro e che poi sentirà il canto del gallo si trova sempre.Quindi me lo aspetto.
Ci sono persone che stanno all'erta perchè vogliono che papa Benedetto si dimetta portando a esasperazione l'opinione pubblica, bombardandola di messaggi negativi, di continuo.
Sparargli nella pancia come a GPII è un po' complicato.
Fate conto che è tutta colpa dei miei neuroni.
Può darsi che domattina veda più rosa.Altre volte mi è capitato.
Ma stasera è così.
O ma se mi dite che sragiono non mi offendo. ne sarei contenta.
Però argomentate.

Raffaella ha detto...

Qualcosa non quadra in questa storia...
Tutto organizzato, tutto preprogrammato, tutto prevedibile!
Proprio per questo non si deve cadere nelle trappole mediatiche...modificare le parole del Papa e' come finire in una botola senza fondo!
Domani avremo le pagine piene di questa storia cosi' ho anticipato...
Penso pero' che lascero' poco spazio alle polemiche che domani si scateneranno, non ne vale la pena...
Forse qualcuno, anche e magari soprattutto nella Chiesa, vorrebbe le dimissioni del Papa ma sconsiglio caldamente questa soluzione.
Non so se mi spiego...
R.

Anonimo ha detto...

"sconsiglio caldamente" è poco.

euge ha detto...

Cara Raffaella sottoscrivo la tua riflessione. E' stato un errore modificare le parole del Papa perchè è vero che entrambi i termini sgnificano la stessa cosa ma, è anche vero che voler modificare quella parola, è stato come cedere indirettamente a pressioni esterne chissà di chi.
Non ne parliamo proprio poi di dimissioni del Pontefice...........Probabilmente in Vaticano non hanno nemmeno idea di che cosa potrebbe succedere in un caso simile.

Anonimo ha detto...

Le parole del papa, come sempre, sono chiare e prive di tattica, semplici ed efficaci!
Averle cambiate può servire alla politica, ma non centra il messaggio del Pontefice,
che Dio ce lo protegga sempre!!!!

euge ha detto...

P.s volevo dire non hanno idea di che cosa potrebbero suscitare nei fedeli che vogliono bene e stimano profondamente questo Papa.

PENSATECI BENE !!!!!!!

Anonimo ha detto...

Non c'è solo il cambio delle parole, ma la sparizione delle parole stesse; il Papa ha nominato i SOLDI, e lì il significato del discorso è sottinteso!!!

sam ha detto...

Ecco Raffaella... ti scrivevo nell'altro post e qui c'era la conferma di quel che era sembrato a me e cioè che nella trascrizione avevano cambiato le parole in bocca al Papa. Splendide parole le sue, peraltro, che non avevano bisogno di alcuna correzione.
Mi sembra una cosa molto grave. L'ennesima.
Anch'io purtroppo temo che si voglia sviare l'attenzione dai grandi messaggi (anzi il Grande Messaggio di Cristo) che il Santo Padre sta sprigionando con tutta la forza dello Spirito Santo in questo viaggio apostolico, concentrando il dibattito sul preservativo, che scienza e storia hanno già condannato come strumento di prevenzione del tutto inefficace, ma che l'ideologia ha già fissato come dogma nella coscienza collettiva occidentale.
Cara Mariateresa stavolta mi sorprendi.
Di cosa ti stupisci? Davvero credi che la politica del preservativo sia spinta dalle case che li producono? C'è molto di più di interessi economici in gioco.
L'economia è uno strumento del diavolo, ma il suo primo obiettivo è la morte dell'uomo.
In realtà esiste una ben precisa ideologia internazionale di matrice massonica, ovvero diabolica, che per decenni ha sperimentato le proprie false panacee sulla pelle dei poveri africani. Eccole le panacee dei falsi profeti, eccole qui le campagne "per la vita" dell'Africa: preservativi, sterilizzazioni, aborti...

E' il solito principio di far passare il male per bene, diffondere la morte in nome della vita degna di essere vissuta secondo loro.
Una sorta di eutanasia di massa:
perchè farli soffrire sti poveri Africani? meglio sopprimerli! Non farli più nascere.
Sigh!
Certo è più comodo che riequilibrare davvero il mondo e l'utilizzo delle sue risorse, certo è più comodo che dover imporre alla nostra società una sobrietà dimenticata, certo è più comodo che andare a far crescere davvero l'Africa, invece che a sfruttarla.
Più comodo, ma non giusto.
Io ci vado in Africa, ma proprio in mezzo ai più poveri e sfigati del mondo, credetemi, e ci trovo più sorrisi e gioia di quanti non ne potrei trovare mettendo insieme tutti i miei amici e i loro figli, i nostri figli, ricchi e gaudenti.
Non son degni di vivere quei bambini splendidi e gioiosi che incontro, anche se spesso hanno fame o sono malati? La soluzione è ucciderli o dar loro da mangiare o, meglio ancora, insegnar loro a prodursi il cibo? Ma lo sapete che anche questo è impedito dalle politiche internazionali? Meglio portar giù tanti sacchi di grano (quanti soldi ci girano sopra!) che non lasciarglielo coltivare. E lo sapete che le sementi odierne producono solo frutti sterili, per cui sei obbligato a ricomprare sempre nuove sementi dall'Occidente? Ci manca solo la sperimentazione di massa degli Ong, che già hanno distrutto l'Argentina!

Eppure piano piano ce la fanno sempre a far passare come dogmi di massa laici le loro bufale... discendiamo dalle scimmie.. il problema è la sovrappopolazione del pianeta.. l'Aids si combatte con i preservativi.. il pianeta sta diventando troppo caldo, contrordine troppo freddo, contrordine non sappiamo cosa, ma sarà una catastrofe se non riduciamo il co2... e via dicendo.
Tutte cose prive di fondamento scientifico certo, in taluni casi persino del tutto sconfessate dai dati empirici, ma una falsità ripetuta tante volte e da tante persone diverse(spesso affratellate o semplicemente condiscendenti per interesse agli occulti poteri forti) passa per vera.
Per questo il Papa ci richiama oltre alla fede, all'uso vigile della ragione, lui che del Logos Incarnato è degnissimo Vicario.
Per questo il Santo Padre della Verità è nel mirino dei demoni, ma grazie a Dio lo sappiamo: non prevalebunt!
Scusate sfogo e lunghezza.

sam ha detto...

Concordo con anonimo, i concetti sono molto, ma molto diversi:

---

A Direi che non si può superare questo problema dell'Aids solo con slogan pubblicitari

B direi che non si può superare questo problema dell'Aids solo con i soldi, che sono necessari,

---

A Se non c'è l'anima, se gli africani non si aiutano,non si può risolvere il flagello con la distribuzione di profilattici

B ma se non c'è l'anima che sa applicarli, non aiutano [i soldi];

---

A Se non c'è l'anima, se gli africani non si aiutano, non si può risolvere il flagello con la distribuzione di profilattici: al contrario, il rischio è di aumentare il problema

[in questo caso che non si può risolvere il problema con i profilattici è assunto condizionato, in un periodo ipotetico, in relazione all'ipotesi "se...". Anche l'aumento del problema non è dato per certo, ma considerato un "rischio" e sempre "se non c'è l'anima, se gli africani non si aiutano"..]

B non si può superare con la distribuzione di preservativi che, al contrario, aumentano il problema.

[I due concetti sono espressi con due belle proposizioni semplici, senza se e senza ma. Sì sì, no no.]

Raffaella ha detto...

La domanda sorge spontanea: CHI ha cambiato il testo?
R.

sam ha detto...

scusate... Ong era ovviamente Ogm (organismi geneticamente modificati e non organizzazioni non governative... anche se il lapsus è per certi versi interessante... :)

CHI ha emesso il comunicato Raffaella? Chi lo ha fatto si assume la responsabilità.
Le parole del Papa le abbiamo sentite tutti.

gemma ha detto...

chi ha cambiato il testo sa cosa dovrebbe fare. Arrivederci..non sentiremo la sua mancanza
Per mariateresa:il tuo pensieo tormenta anche i miei neuroni ma dei minitri basterebbe non preoccuparsi. I principii cristiani hanno sempre rappresentato scandalo per le società pagane e noi ormai viviamo in una società pagana. Sono altri gli scandali che la Chiesa deve preoccuparsi di non dare, in primis quelli derivanti dalle malefatte di alcuni pastori. Sono le storie di abusi sugli innocenti che fanno perdere fiducia e consensi alla Chiesa, non certo i no al preservativo come cercheranno di farci credere in questi giorni

Anonimo ha detto...

Trovo che l'aggiunta "c'è il rischio che" sia una vera stupidata. Tutti abbiamo sentito quello che è stato detto veramente e dalle parti mie si dice: pezo el tacon del buso.Saluti, Eufemia

pietro ha detto...

ringrazio Sam per i suoi post, molto interessanti e ricchi di spunti, seppure non li condivido in toto.
Sul primo mi è piaciuta e quoto la parte sugli interessi economici dei "grandi" che preferiscono risolvere il problema così (e guadagnandoci) che in un modo più radicale (e quindi anche difficile da applicare) come proporrebbe il Papa.

Sul secondo post, quello nel quale spieghi passo passo le differenze, apprezzo il lavoro che hai fatto in quanto effettivamente bisognava fermarsi a riflettere un po' prima di trovare la sottile differenza, sebbene trasparisse a una prima lettura.

Su questo punto però devo ammettere che non concordo con voi.

La parte A. è senz'altro più in linea con la dottrina e il catechismo della Chiesa degli ultimi 10 anni. E' probabile che il Papa aveva preparato un discorso scritto così e poi a braccio ha cambiato le parole.

La versione A. comunque è senz'altro più regolare e corretta se per "corretta" si intende allineata al pensiero della Chiesa in merito a questo argomento negli ultimi anni.