giovedì 26 febbraio 2009

Il Vescovo Williamson chiede perdono alle vittime dell'Olocausto e alla Chiesa


Vedi anche:

Comunicato della Pontificia Commissione Ecclesia Dei: dichiarazione di Mons. Richard Williamson (inglese e italiano)

Il Papa: Avarizia ed idolatria dietro il crollo delle grandi banche americane (Asca). "Fenomenale" titolo di Repubblica

Il Papa: Sulla crisi economica bisogna fornire argomenti seri e competenti e non dare risposte dettate solo dal "moralismo" (Asca)

Il Papa: "Oggi la ragione è oscurata. La radice dell’avarizia è l’egoismo che offusca la ragione" (Sir)

Card. Vallini: "Fra il Papa ed i sacerdoti un incontro in famiglia" (Sir)

Il Papa ai sacerdoti romani: "Non sono un oracolo". "Non perdiamo la semplicità della verità"

Il Papa al clero romano: parola e testimonianza per raggiungere il cuore dell’uomo di oggi. E sulla crisi economica:le radici sono nell’egoismo (R.V.)

Il vescovo di Arezzo: riscoprire il valore del digiuno per aprirsi all'amore di Dio e del prossimo (Radio Vaticana)

Il Papa: "Il battezzato, affinché Cristo possa regnare pienamente in lui, deve seguirne fedelmente gli insegnamenti; non deve mai abbassare la guardia, per non permettere all’avversario di recuperare in qualche modo terreno" (Omelia Mercoledì delle ceneri)

Il Papa: apriamo il nostro cuore ai poveri (Mazza)

Deliri di un ottuagenario: Padre Giovanni ribatte a Küng (Senza peli sulla lingua)

Padre Cervellera: In Quaresima preghiamo per il Papa (AsiaNews)

Offensiva intellettuale anticattolica: è una "replica sismica" delll’affaire lefebvriano. Patrice de Plunkett ribatte, punto per punto, a Küng

Don Joseph Bauer: "Un'attitudine anticattolica alberga nel clero di Linz"

Williamson vivrà in una località segreta. Potrebbe dedicarsi alla revisione delle sue tesi sulla Shoah, come chiesto dal Vaticano (Corriere)

José Luis Restán: Intellettualismo e arroganza. Il Papa e Hans Küng

Il Papa presiede il rito delle ceneri e invita a vivere l'itinerario quaresimale sulle orme dell'apostolo Paolo (R. V.). Il commento di Eufemia

Il retroscena: C’è chi soffia sulle polemiche contro il Pontefice (Tornielli)

Ecco perché il Papa è finito sotto attacco: teologi, intellettuali e giornali scatenati (Baget Bozzo)

Messaggio del Papa alla Chiesa brasiliana: La vera pace è frutto della giustizia

Tempo di Quaresima: l'utilissimo "vademecum" di Cantuale Antonianum

La risposta del cardinale Sodano, Decano del Collegio cardinalizio, alle critiche del teologo Hans Küng, apparse su "Le Monde" e "La Stampa" (R.V.)

Mons. Fisichella: Riflessioni sulla «Dignitas personae». Per non riportare indietro le lancette della storia (Osservatore Romano)

Il vaticanista collettivo che fa dire ai vescovi solo quello che i lettori di Repubblica sanno già

Mons. Ranjith: la crisi liturgica va riconosciuta e le sue cause indagate, per rimediare (traduzione in italiano)

L'abate primate benedettino, Notker Wolf: "Il Papa non vuole annullare il Concilio"

La disperazione del povero Kung: La Chiesa rischia di diventare una setta (Le Monde)

"Paolo dice: "Voi divenite come belve, uno morde l’altro".
Accenna così alle polemiche che nascono dove la fede degenera in intellettualismo e l’umiltà viene sostituita dall’arroganza di essere migliori dell’altro"
(Lectio divina del Santo Padre presso il Seminario Romano Maggiore)

Il Papa ha perso la pazienza con i vescovi (Volonté)

I problemi che Benedetto XVI si trova a risolvere sono vecchi di decenni. A lui il merito di avere voltato pagina su varie questioni (Di Giacomo...articolo da incorniciare!)

BENEDETTO XVI REVOCA LA SCOMUNICA AI VESCOVI LEFEBVRIANI: LO SPECIALE DEL BLOG

Il Vescovo Williamson chiede perdono alle vittime dell'Olocausto e alla Chiesa

Dichiarazione emessa questo giovedì

LONDRA, giovedì, 26 febbraio 2009 (ZENIT.org).

Monsignor Richard Williamson, uno dei quattro Vescovi della Fraternità San Pio X a cui il Papa ha rimesso la scomunica, ha chiesto perdono questo giovedì alle vittime dell'Olocausto e alla Chiesa per le dichiarazioni in cui aveva negato l'ampiezza di questo crimine contro l'umanità.
In una dichiarazione emessa dopo essere tornato a Londra in seguito alla sua espulsione da parte del Governo argentino, il presule spiega: “Il Santo Padre e il mio Superiore, il Vescovo Bernard Fellay, mi hanno chiesto di riconsiderare le dichiarazioni da me rilasciate alla televisione svedese quattro mesi fa, per il fatto che le loro conseguenze sono state così gravi”.
“Tenendo conto di queste conseguenze, posso affermare in tutta sincerità che mi rammarico di aver espresso quelle dichiarazioni, e che se avessi saputo in anticipo il danno e il dolore che avrebbero arrecato, soprattutto alla Chiesa, ma anche ai sopravvissuti e ai parenti delle vittime che hanno subito ingiustizie sotto il Terzo Reich, non le avrei rilasciate”, osserva.
Il presule constata di aver espresso alla televisione svedese solo un'“opinione” “di un non-storico, un'opinione formatasi 20 anni fa sulla base delle prove allora disponibili, e da allora raramente espressa in pubblico”.
“Gli eventi delle ultime settimane e il consiglio dei superiori della Fraternità San Pio X mi hanno convinto di essere responsabile della pena che ne è derivata”, confessa.
“Chiedo perdono davanti a Dio a tutte le anime che si sono onestamente scandalizzate per ciò che ho detto”.
“Come ha affermato il Santo Padre, ogni atto di violenza ingiusta contro un uomo ferisce tutta l'umanità”.

Un portavoce della Conferenza dei Vescovi Cattolici dell'Inghilterra e del Galles ha spiegato questo mercoledì che monsignor Williamson, come gli altri Vescovi della Fraternità San Pio X, non è in comunione con la Chiesa, motivo per il quale non può celebrare i sacramenti nella Chiesa cattolica.
“La sua ordinazione episcopale è stata illecita e non è riconosciuta dalla Chiesa cattolica”, ha ribadito.

© Copyright Zenit

14 commenti:

StakanoVatykanista ha detto...

"illecita e non è riconosciuta dalla Chiesa cattolica"

Ma cosa dice??

Capisco una simile espressione per matrimoni e confessioni celebrati dalla Fraternità, ma... un pò di precisione, signori!

Anonimo ha detto...

E' stata illecita ma non invalida.
E' però pienamente riconosciuta dalla Chiesa,tanto che dal 2003 Ecclesia Dei ha ribadito più volte che un cattolico assolve il precetto domenicale se segue una Messa della Fraternità.

Antonio

Raffaella ha detto...

Infatti Mons. Lefebvre, ordinato validamente, ha trasmesso la successione apostolica ai quattro vescovi ordinati illecitamente (senza il permesso del Papa).
Questo atto integra uno scisma perche' si creano due gerarchie parallele.
Proprio per questo motivo la scomunica scatto' automaticamente.
Giovanni Paolo II non aveva scelta.
R.

Anonimo ha detto...

Dopo tutte queste vicende penso che ci meriteremmo la laurea "honoris causa" in Diritto canonico.

Antonio :-)

Raffaella ha detto...

:-))

Raffaella ha detto...

Wao...all'alba delle 17.32 titolone rosso su repubblica:

shoah, williamson: "le mie scuse al papa e ai sopravvissuti"

Anonimo ha detto...

Quanto ci hanno messo?
Dovevano preparare la controffensiva?

Antonio

Raffaella ha detto...

Da notare la notiziola ola ola :-))
Comunque si sicuro la dichiarazione non bastera'.
Scommettiamo?
R.

Anonimo ha detto...

Certo che non basterà però almeno è un passo avanti.
Piano piano si arriva lontano!
Che Dio conservi il Papa in questa traversata.

Antonio

Raffaella ha detto...

Intanto, alle 17.58, il Corriere ancora tace...
R.

Anonimo ha detto...

Ma per favore! Le scuse sono più esilaranti delle dichiarazioni. Ma mi faccia il piacere , 20 anni fa si sapeva tutto sull'olocausto, io facevo le elementari e la maestra ce ne parlava. Figuriamoci se un Vescovo non era a conoscenza di queste cose. Ma chi vuol prendere in giro?
E poi, comunque, non ha ritrattato nulla, ha espresso le proprie preoccupazioni per il danno alla Chiesa, per il dolore arrecato alle vittime et similia. Mah! Forse è meglio non considerare il tutto, a riparlarne ancora si fa solo danno.
P.S. Sarò pubblicato o bannato, visto che sono una voce fuori dal coro?

Carla ha detto...

Le scuse di williamson (in cui comunque non si rettifica di una virgola le dichiarazioni) non possono ovviamente cancellare le connesse responsabilità del grosso danno alla Chiesa e a Papa Benedetto.

Carla ha detto...

(segue) ho appena letto la notizia che anche Padre Lombardi è in linea, sostanzialmente la S. Sede dice: Non ci siamo proprio, con queste ultime dichiarazioni d Williamson."

Anonimo ha detto...

Salve a tutti,

Vi communico un importante cambiamento nella mia vità.

Dopo l'orchestrazione mediatica contro la Chiesa cattolica e Benedetto XVI che ha visto utilizzare le parole di Mgr. Williamson ad oltranza, ho deciso di aggregarmi alla comunità cattolica della Tradizione cioè di seguire la Fraternità San Pio X.

La mia decisione è irrevocabile.

In comunion di preghiera

Alex