giovedì 12 marzo 2009

Lettera del Papa sui vescovi lefebvriani, elogi dal WJC. Gran Rabbinato Israele: caso Williamson chiuso


Vedi anche:

L'incontro del Papa con gli Ebrei e la Conferenza di Durban: il commento di Salvatore Izzo

Il Papa: “necessario e possibile” il dialogo tra cattolici ed ebrei (AsiaNews)

Lombardi: Non mi sembra che ci sarà un tribunale sul Concilio Vaticano II

Il Pontefice spiega le ragioni della remissione della scomunica ai vescovi ordinati da Mons. Lefebvre (Zenit)

Papa combattivo, lettera severa (Il Foglio)

IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA DEL SANTO PADRE AI VESCOVI CATTOLICI SULLA REMISSIONE DELLA SCOMUNICA AI QUATTRO VESCOVI "LEFEBVRIANI"

Benedetto XVI alla delegazione del Gran Rabbinato d’Israele: vengo in Terra Santa come pellegrino di pace per rafforzare il dialogo tra le religioni

Lettera del Papa ai vescovi sulla remissione della scomunica ai vescovi lefebvriani: le traduzioni

Lettera del Papa ai vescovi, Padre Lombardi: "Ammiro il coraggio del Papa" (Sir)

Padre Lombardi sugli attacchi al Papa: Non tutti sono stati gentili e ben educati nelle loro opinioni

Il commento di padre Lombardi alla Lettera del Papa. Da leggere e meditare! (Radio Vaticana)

Vivo apprezzamento del Congresso mondiale ebraico: da Benedetto XVI parole inequivocabili che aiutano a rafforzare il dialogo (Radio Vaticana)

Papa Benedetto non fa comizi anticapitalisti. Chiede fiducia (Mastroianni)

Lefebvriani, lettera del Papa ai vescovi: il commento di Gian Guido Vecchi

Lefebvriani, la lettera del Papa ai vescovi: il commento di Marco Tosatti

La fantasia dei giornaloni che titolano all'unisono: Il Papa: nella Chiesa ci si morde e divora

Lefebvriani, lettera del Papa ai vescovo: il commento di José Luis Restán. Bellissima l'immagine dell'aquila e delle galline :-)

Adesso si tratta della dottrina. Il dialogo con i lefebvriani è da preparare con molta cura (Guido Horst)

Lefebvriani, lettera del Papa ai vescovi: il commento di Aldo Maria Valli

Lettera del Papa ai vescovi: un Un gesto sorprendente, con l'obiettivo dichiarato di «contribuire alla pace nella Chiesa» (Lorenzoni)

Lefebvriani, la lettera del Papa ai vescovi: l'anticipazione del Foglio commentata da giornali e agenzie

Lefebvriani, la lettera del Papa ai vescovi: traduzione in italiano di ampi stralci del testo

L'analisi della lettera del Papa: Ratzinger e la priorità di unire la Chiesa (Tornielli)

La lettera del Papa su Williamson: «Mi hanno attaccato con una veemenza mai sperimentata». Il restroscena di una riunione...(Rodari)

Preghiera per il Santo Padre in vista del viaggio in Africa

Il Papa ai vescovi: Noi nella Santa Sede in futuro dobbiamo fare maggiore attenzione a Internet come fonte di informazione :-)

La lettera del Papa ai vescovi: un "testo articolato, bello, umile e allo stesso tempo forte" (Zenit)

La lettera del Papa ai vescovi sulla revoca della scomunica ai Lefebvriani: un commento da leggere e meditare

Caso Williamson, la lettera umile e forte di Benedetto XVI (esclusiva di Tornielli)

La lettera del Papa intorno alle polemiche sul caso Williamson e Lefebvriani riconosce l'importanza di internet (Cantuale Antonianum)

Ecco la lettera con cui Benedetto XVI spiega tutto sui Lefebvriani (anticipazione de "Il Foglio")

BENEDETTO XVI REVOCA LA SCOMUNICA AI VESCOVI LEFEBVRIANI: LO SPECIALE DEL BLOG

LETTERA DI PAPA BENEDETTO XVI AI VESCOVI CATTOLICI SULLA REMISSIONE DELLA SCOMUNICA DEI QUATTRO VESCOVI CONSACRATI DA MONS. LEFEBVRE: LO SPECIALE DEL BLOG

LETTERA SUI LEFEBVRIANI: “ELOGIO” DEL PRESIDENTE DEL WOLRD JEWISH CONGRESS

Parole di “elogio” al Papa per la lettera diffusa oggi ai vescovi cattolici anche da parte del presidente del World Jewish Congress (WJC), Ronald S. Lauder.
"Il Papa – si legge oggi in una dichiarazione scritta di Lauder - ha espresso parole chiare e inequivocabili per quanto riguarda la negazione dell’olocausto fatta dal vescovo Williamson, e merita un elogio”.
"La lettera del Papa – aggiunge Lauder – contiene i requisiti essenziali per il dialogo inter-religioso: candore e la volontà di affrontare con schiettezza le questioni difficili.
Il dolore da lui espresso per gli eventi che sono seguiti alle affermazioni di Williamson riguardo alla negazione dell’Olocausto, riflette la stessa sofferenza provata dagli ebrei di tutto il mondo nel corso di questa vicenda.
Ricambiamo le sue parole di apprezzamento per gli sforzi fatti dagli ebrei, volti a ripristinare il dialogo inter-religioso. Continueremo a lavorare con la Chiesa cattolica per rafforzare ulteriormente la comprensione reciproca e il rispetto".

© Copyright Sir

EBREI-CATTOLICI: GRAN RABBINATO DI ISRAELE, “INCONTRO CON IL PAPA SEGNA FINE DELLA CRISI”

L’incontro di questa mattina del Papa con una delegazione del Gran Rabbinato di Israele “segna la fine di una crisi”. Queste le prime parole del Rabbino capo di Haifa, Shear Yashuv Cohen, dette alla stampa subito dopo l’udienza con Benedetto XVI in Vaticano. Il Papa – ha detto il rabbino Cohen - “ci ha assicurato che il dialogo continua”, sul solco “della dichiarazione conciliare Nostra Aetate”. Ciò che più ha fatto piacere al Rabbinato di Israele è che il Papa stesso “ha detto molto chiaramente nel suo discorso che si sente fortemente impegnato a continuare il dialogo”, di “accrescere l’amicizia e le relazioni tra il Vaticano, lo Stato di Israele e il popolo ebraico. Ha anche detto molto chiaramente che il Vaticano rifiuta fortemente ogni negazione dell’Olocausto”.
Un incontro dunque – ha detto il rabbino Capo di Haifa - che si è svolto in “una buona atmosfera” e che soprattutto segna “un punto di svolta nelle nostre relazioni".
Il Rabbino ha poi letto ai giornalisti uno stralcio della lettera che papa Benedetto XVI ha oggi inviato a tutti i vescovi cattolici in merito alla remissione della scomunica ai vescovi lefebvriani. Ed ha commentato: “è la prima volta” che il papa si esprime in questi termini “pubblicamente”. Riguardo al viaggio che il Papa in Terra Santa, il Rabbino Cohen ha detto: “Non vediamo l’ora di accogliere il Papa in Israele”.
Il rabbino ha anche confermato che durante l’incontro con il Papa, si è parlato della “importanza della educazione dei bambini nelle scuole per combattere ogni forma di negazione dell’Olocausto e ricordare la Shoah, educando così le nuove generazioni perché non avvengano mai più nella storia tragedie simili”. Anche il rabbino David Rosen ha parlato di un incontro “importante”, soprattutto – ha aggiunto – per “le spiegazioni che abbiamo ricevuto dalla Santa Sede e in modo particolare da papa Benedetto XVI che ha chiarito che le interpretazione e il modo in cui è stata presentata la questione non è stata corretta e che il fatto di aver revocato la scomunica ai quattro vescovi non implica una loro accettazione”. Chiara anche la posizione della Santa Sede riguardo all’antisemitismo e alla negazione dell’Olocausto. “Abbiamo quindi ragioni – ha concluso il rabbino Rosen - per cui essere molto soddisfatti. La questione è risolta”. Oded Wiener, Direttore Generale del Gran Rabbinato, ha poi concluso: “In seguito alle questione Williamson, i giornalisti mi hanno chiesto tempo fa che cosa consiglierei al Papa ed io ho risposto che il Papa non ha bisogno certamente dei miei consigli, che è circondato da persone valide”.

© Copyright Sir

1 commento:

gianni ha detto...

A me gli elogi dei rabbini al Santo Padre danno fastidio quanto i loro attacchi. Cosa si credono? Giudici supremi della maggiore o minore coerenza e correttezza dei loro "fratelli minori"?????
Ma mi facciano il piacere......