lunedì 23 marzo 2009

Il commento di padre Lombardi al viaggio del Papa in Africa (Radio Vaticana)


Vedi anche:

NUOVI VIDEO INTEGRALI SU BENEDICT XVI.TV

Il Papa: la “prima sfida” è la solidarietà, tra generazioni, nazioni e continenti (AsiaNews)

Il Papa con i musulmani su fede e ragione. Li ha chiamati amici (Doldi)

Il viaggio del Papa in Camerun ed Angola: le speranze dell'Africa, le colpe dell'Occidente (Casavola)

Mine vaganti. In Africa il preservativo, in Brasile l'aborto (Magister)

Dal Papa appello ai governi africani: "Impegnatevi per il bene comune"

Il Papa in Africa: il dito e la luna. Miopia e parzialità dei media (Deriu)

L'opposizione romana al Papa secondo l'abbé Barthe. Seconda parte (Messainlatino)

Il Papa si congeda dall'Angola: "Fratelli e amici di Africa, carissimi angolani, coraggio! Non vi stancate di far progredire la pace, compiendo gesti di perdono e lavorando per la riconciliazione nazionale, affinché mai la violenza prevalga sul dialogo, la paura e lo scoraggiamento sulla fiducia, il rancore sull’amore fraterno" (Discorso di Congedo)

Il Papa in Africa per un domani migliore (Zavattaro)

IL PAPA HA LASCIATO L'ANGOLA: BUON VIAGGIO, SANTITA'

Un milione di persone a Luanda per la Messa. Papa Ratzinger attraversa le periferie con la papamobile (Bobbio)

Benedetto XVI saluta l'Africa ed elogia le donne (Tornielli)

Benedetto XVI non è solo. Fallito il tentativo di ridurre il viaggio in Africa alle polemiche (Luca Volonté)

Papa Ratzinger oltre i confini della politica (Sabbatucci)

Il Papa: fede e donne contro le tenebre dell'Africa (Izzo)

Nella giornata conclusiva del suo viaggio Benedetto XVI parla di pace e riconciliazione (De Carli)

La preghiera del Papa per le due ragazze morte nella calca allo stadio (Tornielli)

Luca Volonté: Hanno bisogno di latte. Noi gli diamo lattice (Libero)

Incontro del Papa con i giovani: il commento di Gian Guido Vecchi

Sacro romano disordine. Un’istantanea della curia vaticana (Magister)

Il Papa traccia la sua linea fra spinte tradizionaliste e postconciliari (De Marco)

IL PAPA IN ANGOLA: VIDEO

Un milione di persone alla Messa a Luanda. Il Papa: il mondo guardi all'Africa assetata di pace e giustizia. Dolore per la morte di due ragazze (R.V.)

L'analisi: il viaggio «cucinato» dai mass media e quello che c’è stato davvero (Muolo)

Il Papa: "Oggi nessuno dovrebbe più dubitare del fatto che le donne, sulla base della loro dignità pari a quella degli uomini, hanno pieno diritto di inserirsi attivamente in ogni ambito della vita pubblica, e il loro diritto deve essere affermato e protetto anche mediante strumenti legali, là dove questi appaiano necessari" (Discorso ai Movimenti Cattolici per la Promozione della Donna)

Festa africana per Benedetto XVI che, nel nome di Cristo, all’abbraccio del continente si è consegnato senza riserve (Muolo)

Un milione di persone per il Papa in Angola: le foto

UN MILIONE DI FEDELI PER IL PAPA

Il Papa: "Popolo di Dio in Angola e in tutta l’Africa del Sud: Alzatevi! Ponde-vos a caminho! (2 Cr 36, 23). Guardate al futuro con speranza, confidate nelle promesse di Dio e vivete nella sua verità" (Omelia nella Spianata di Cimangola a Luanda)

Guerra al Papa in nome del preservativo (Bordero)

Il Papa pensa alla dignità poi c'è chi vuole eliminare i poveri (Volonté)

Il Papa e la rosa (vivente) disegnata dai bambini angolani (Osservatore Romano)

L'Aids e il coraggio di Benedetto XVI. Il punto di Mons. Grillo

Il Papa incontra la madre della dottoressa Bonino, uccisa dal virus di Marburg. Il racconto di Andrea Tornielli

IL PAPA IN CAMERUN ED ANGOLA: I VIDEO, I PODCAST E LE FOTO

Benedetto XVI, il Papa odiato dai media, ma amato dal popolo (Fattorini)

Il Papa ai giovani dell'Angola: "Sì, miei cari amici! Dio fa la differenza...Di più! Dio ci fa differenti, ci fa nuovi" (Discorso ai giovani)

Ieri sera, dopo la benedizione che il Papa ha impartito dal balcone del Nunzio, un corteo spontaneo di migliaia di persone ha pregato e cantato...

Card. Vingt-Trois: "La polemica attuale è un'occasione per farla pagare al Papa per il successo del viaggio in Francia"

Giovanni Reale: chi critica il Papa, in quanto si sarebbe arroccato su posizioni retrograde, non ha capito la grandezza dell'uomo (Corriere)

VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE IN CAMERUN E ANGOLA (17-23 MARZO 2009): LO SPECIALE DEL BLOG

DISCORSI ED OMELIE DEL SANTO PADRE IN CAMERUN ED ANGOLA

IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA DEL SANTO PADRE AI VESCOVI CATTOLICI SULLA REMISSIONE DELLA SCOMUNICA AI QUATTRO VESCOVI "LEFEBVRIANI"

Il commento di padre Lombardi al viaggio del Papa in Africa

Sul viaggio del Papa in Camerun e Angola ascoltiamo il commento del direttore della Sala Stampa vaticana, padre Federico Lombardi, intervistato da Davide Dionisi:

R. - L’accoglienza - per questo primo viaggio di Benedetto XVI in Africa - è stata ottima, è stata grande in ambedue i Paesi, e il Papa ne è stato molto contento e molto incoraggiato. Il Papa ha affrontato i grandi temi della realtà africana di oggi: i temi della riconciliazione, della pace, della ricostruzione, della costruzione di una vera democrazia, del rispetto dei diritti dell’uomo, delle vie per un vero sviluppo e progresso, della solidarietà internazionale, con rapporti anche commerciali, politici, che aiutino lo sviluppo, che siano ispirati all’equità, alla giustizia e alla onestà, che non alimentino poi interessi particolari o la corruzione.

D. – Che tipo di eredità lascia Benedetto XVI, che tipo di messaggio?

R. – Il Papa lascia un messaggio di grande speranza. Si è rivolto alle forze vive della Chiesa e alle forze da cui dipende anche il futuro della Chiesa e, direi anche, della popolazione africana più in generale. Sono stati significativi in questo senso gli incontri specifici ed i messaggi per la gioventù e per le donne. E l’incontro con le donne mi è sembrato qualcosa di ancora più specifico di questo viaggio di Benedetto XVI, da mettere quindi particolarmente in rilievo. E’ stata un’intuizione profonda e forte quella della valorizzazione della donna, nella società e nella Chiesa, riconoscendone il ruolo centrale per lo sviluppo del continente intero.

D. – Benedetto XVI ha spronato gli africani a prendere in mano il loro destino...

R. – Io riflettevo proprio in questi giorni sul fatto che la Chiesa ha una sua visione dello sviluppo umano e spirituale integrale, che è suo caratteristico, cioè è una visione dello sviluppo che si fonda su un grandissimo rispetto e su una grande fiducia nella persona umana, nella sua dignità, nelle sue possibilità, e punta proprio sulla valorizzazione della persona, di ogni singola persona, sulle sue responsabilità e sulle sue capacità. E, a partire da questo, poi, costruisce una società giusta, armonica, capace anche di valorizzare le risorse naturali che le sono date, le sue tradizioni, i suoi contributi culturali. Mi sembra un approccio molto diverso da quello che spesso viene proposto dai grandi poteri, politici o economici, esterni all’Africa, che spesso puntano o sulla limitazione delle nascite, anche con metodi non rispettosi della natura umana, o su grandi operazioni economiche e finanziarie, che poi mettono nelle mani dei governanti delle grandissime risorse, che poi si disperdono spesso in canali di corruzione.

D. – Un bilancio conclusivo di questa straordinaria esperienza...

R. – Mi pare che ci sia una soddisfazione reciproca. Come è stato molto caratteristico, anche negli anni precedenti, il Papa ha detto: “Io sono venuto per incoraggiarvi e darvi il mio sostegno per i vostri problemi, ma sono stato incoraggiato anch’io dal vostro amore, dal vostro entusiasmo, dalla vostra fiducia”. Credo che questo sia avvenuto effettivamente anche qui in Africa e il Papa ha lavorato, ha fatto il suo servizio, anche con il gran caldo, si è impegnato fino in fondo e mi sembra che abbia dato veramente il suo contributo e abbia avuto anche la gioia di vedere che questo è stato bene accolto e porterà certamente dei grandi frutti.

© Copyright Radio Vaticana

Leggo:

"Credo che questo sia avvenuto effettivamente anche qui in Africa e il Papa ha lavorato, ha fatto il suo servizio, anche con il gran caldo, si è impegnato fino in fondo e mi sembra che abbia dato veramente il suo contributo e abbia avuto anche la gioia di vedere che questo è stato bene accolto e porterà certamente dei grandi frutti".

Che strani termini...
Il Papa sicuramente ha lavorato, ha fatto il suo dovere e si e' impegnato fino in fondo.
Dispiace che non tutti abbiano seguito il suo esempio, a partire da coloro che dovevano aggiornare il sito del Vaticano.
Ma ne parleremo...eccome se ne parleremo!
Un grazie invece a Radio Vaticana
!
R.

1 commento:

Perplesso ha detto...

Una cosa non mi è piaciuta di Padre Lombardi: ha detto che bisogna valorizzare il ruolo della donna nella società e "nella
Chiesa".... non vorrei che l'espressione "nella Chiesa" sia una delle aggiunte a cui ormai Padre Lombardi ci ha abituati. Non mi risulta che il nostro Papa si auguri un aumento del ruolo della donna nella Chiesa... e almeno non nel senso di alcuni teologi modernisti.
Se qualcuno mi può illuminare su questa mia impressione ringrazio di cuore. E lo dico con tanto affetto per le donne che hanno il loro ruolo insostituibile, ma non venitami a parlare di discriminazioni della donna nella chiesa....