venerdì 13 marzo 2009

Lettera del Papa ai vescovi sulla remissione della scomunica ai Lefebvriani: comunicato della Cei


Vedi anche:

L’Osservatore contro la Curia e le sue “miserande” fughe di notizie (Rodari)

IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA DEL SANTO PADRE AI VESCOVI CATTOLICI SULLA REMISSIONE DELLA SCOMUNICA AI QUATTRO VESCOVI "LEFEBVRIANI"

La Stampa e Repubblica attaccano il Papa nonostante la lettera ai vescovi...

Oggi fioriscono comunicati di solidarietà al Papa...ma che "tempismo tardivo". Clamoroso errore sul sito di Avvenire

Apertura dei Lefebvriani: "Vogliamo considerare il Concilio Vaticano II e l'insegnamento post-conciliare alla luce della Tradizione"

Benedetto XVI: la soluzione al problema dei “lefebvriani” è dottrinale (Zenit)

Comunicato di Mons. Bernard Fellay sulla lettera del Santo Padre ai vescovi (traduzione in italiano)

Il Papa visiterà in autunno la Sinagoga di Roma

Lefebvriani, Osservatore Romano: «Nella chiesa bufera senza precedenti»

Mons. Fellay: "Siamo ben lontani dal voler arrestare la Tradizione a prima del 1962''

Il Papa ad una Delegazione del Gran Rabbinato d’Israele: "Possa la mia visita contribuire anche ad approfondire il dialogo della Chiesa con il popolo ebraico, cosicché gli ebrei, i cristiani e anche i musulmani possano vivere in pace e in armonia in Terra Santa!"

Lettera del Papa ai vescovi, Vian: un testo appassionato e senza precedenti nato dal cuore di Benedetto XVI (Osservatore Romano)

Lefebvriani, il Papa: recuperiamo quello che c'è di positivo (Izzo)

Rammarico del Papa per la questione dei Vescovi “lefebvriani” e ringraziamento agli ebrei (Zenit)

Il Papa: errori, incomprensioni e “odio” nella vicenda dei vescovi lefebvriani (AsiaNews)

L'incontro del Papa con gli Ebrei e la Conferenza di Durban: il commento di Salvatore Izzo

Il Pontefice spiega le ragioni della remissione della scomunica ai vescovi ordinati da Mons. Lefebvre (Zenit)

Papa combattivo, lettera severa (Il Foglio)

Padre Lombardi sugli attacchi al Papa: Non tutti sono stati gentili e ben educati nelle loro opinioni

Il commento di padre Lombardi alla Lettera del Papa. Da leggere e meditare! (Radio Vaticana)

Vivo apprezzamento del Congresso mondiale ebraico: da Benedetto XVI parole inequivocabili che aiutano a rafforzare il dialogo (Radio Vaticana)

Lefebvriani, lettera del Papa ai vescovo: il commento di José Luis Restán. Bellissima l'immagine dell'aquila e delle galline :-)

Adesso si tratta della dottrina. Il dialogo con i lefebvriani è da preparare con molta cura (Guido Horst)

L'analisi della lettera del Papa: Ratzinger e la priorità di unire la Chiesa (Tornielli)

Preghiera per il Santo Padre in vista del viaggio in Africa

La lettera del Papa ai vescovi sulla revoca della scomunica ai Lefebvriani: un commento da leggere e meditare

BENEDETTO XVI REVOCA LA SCOMUNICA AI VESCOVI LEFEBVRIANI: LO SPECIALE DEL BLOG

LETTERA DI PAPA BENEDETTO XVI AI VESCOVI CATTOLICI SULLA REMISSIONE DELLA SCOMUNICA DEI QUATTRO VESCOVI CONSACRATI DA MONS. LEFEBVRE: LO SPECIALE DEL BLOG

12/03/2009 - COMUNICATO PRESIDENZA CEI

Desideriamo esprimere profonda gratitudine al Santo Padre per la sua ‘parola chiarificatrice’ in ordine alle polemiche, sorte in seguito alla revoca della scomunica a quattro Vescovi, consacrati nel 1988 senza mandato della Santa Sede.
Già pochi giorni dopo l’annuncio del provvedimento il Presidente della CEI, Card. Angelo Bagnasco, nella prolusione al Consiglio Episcopale Permanente del 26-28 gennaio 2009, aveva espresso l’apprezzamento dell’intero Episcopato italiano per tale atto di misericordia, manifestando al contempo il disappunto per le infondate e immotivate dichiarazioni di uno dei Vescovi interessati circa la Shoah.
Ne è seguita, tuttavia, “una discussione di tale veemenza”, che ha distolto dalla preoccupazione di Benedetto XVI, rivolta unicamente alla causa dell’unità della Chiesa. I Vescovi e le comunità ecclesiali che sono in Italia si stringono con affetto filiale al successore di Pietro e rinnovano l’impegno a “imparare sempre di nuovo l’uso giusto della libertà” e soprattutto “la priorità suprema: l’amore”, secondo le accorate e persuasive parole del Santo Padre.

Sito Ufficiale Cei

2 commenti:

PaoloD ha detto...

La stragante maggioranza dei nostri vescovi? ……una banda di farisei!!! Non hanno fatto sui media il clamore dei vescovi tedeschi, svizzeri, francesi... ma sono stati individualmente assenti a difendere il Papa e gli sono tuttora di fatto disubbidienti. Si guardano bene di esternare pubblicamente la loro disubbidienza ….ma da buoni levantini difendono i privilegi acquisiti ….guai a perdere il “posto”..
Dimostrino con i fatti nelle loro Diocesi “insieme” al clero diocesano quell’amore e collaborazione al Santo Padre che con un semplice comunicato stampa pretendono di dimostrare.
E’ un dolore grande constatare che i nostri vescovi sono diventati dei semplici manager, degli amministratori di risorse, ma non di anime. Dove sono i nostri Pastori? Dov’è la loro comunione con il Vicario di Cristo? E quell’amore pastorale rivolto a tutti noi fedeli ? Perché ostacolano con forza e cattiveria l’applicazione del Motu Proprio Summorum Ponficum?
Hanno a disposizione mezzi di comunicazione formidabili, internet, editoria cattolica , radio e televisione che potrebbero utilizzare per istruire, acculturare ed evangelizzare. Hanno anche “il giornale dei vescovi” AVVENIRE!!! Una vergogna… ci aspettiamo una completa sostituzione del corpo redazionale a cominciare dal loro Direttore. Questi sono mezzi non informativi, ma disinformativi e nell’era moderna sono di capitale importanza per costruire o per demolire.
E poi questi, gentili signori, credono di aiutare il Papa mettendolo su You Tube e paventano anche di fargli un Blog personale!
Abbiano l’umiltà di inginocchiarsi e di riscoprire la vocazione che certamente hanno avuto all’inizio. Non è mai troppo darmi, per tutti noi cattolici, riflettere un attimo e ricuperare la nostra identità cristiana e la tradizione che i nostri vecchi e la Santa Chiesa ci hanno tramandato.. Il tempo che ci rimane da vivere è molto breve per ognuno di noi. Cosa serve il potere, la nostra vanità e perdere la salvezza eterna?
-
Preghiamo per il Santo Padre, gli vogliamo tanto bene!
Orémus pro Pontífice nostro Benedícto.
Dóminus consérvet eum,
et vivíficet eum, et beátum fáciat eum in terra,
et non tradat eum in ánimam inimicórum éius.

euge ha detto...

Non c'era proprio nulla da chiarire. Il Papa, mosso come sempre da un amore gradnissimo anche per quelli che costantemente lo pugnalano alle spalle, ha preso sulle sue forti ed umili spalle le colpe di coloro che, organizzando ad hoc questa trappola volevano in qualche modo indebolirlo.
Ma, il diavolo fa le pentole e non i coperchi e se anche questa volta volta sarà un pò più lunga, la verità verrà fuori ed allora, le lettere di ringraziamento e le lacrime di coccodrillo, serviranno a poco. Chi è responsabile, si stampi la lettere del Papa, nel suo arido cuore e tragga le proprie conclusioni.
La CEI non è stata megliore degli altri persino Bagnasco non ha proferito parola una delusione senza precedenti; proprio lui che quando fu chiamato a sostituire Ruini disse " Che quando il Papa chiama bisgogna rispondere presenti" e dove era lui mentre succedeva tutto il putiferio a cui abbiamo assistito? Cari signori fatevi un esame di coscienza e fermati a guardarvi allo specchio ogni tanto sarebbe molto utile.