sabato 14 febbraio 2009

Non se ne può più! Anti-Defamation League al Papa: Condanna negazionismo insufficiente. Williamson deve essere scomunicato. Non stiamo esagerando?


Vedi anche:

Novena a sostegno del Santo Padre proposta dalla Fraternità di San Pietro

L'ecumenismo vero: il ritorno di molti Anglicani a Roma (The Catholic Herald)

Il Papa va in Israele perché “lì sono le nostre radici” (Rodari)

Il Papa ali ebrei americani: «La Shoah un crimine contro Dio. Andrò in Israele». Le reazioni glaciali dei rabbini italiani (Vecchi)

La Cupola di San Pietro spenta dalle 18 alle 19.30 in adesione alla campagna "Mi illumino di meno" (Radio Vaticana e Sir)

Messaggio di Cirillo I a Benedetto XVI: Spero sinceramente in un fruttuoso sviluppo delle relazioni tra le nostre Chiese

Acquaviva: esiste ed è viva ed attivissima una ramificata realtà di contrasto alla predicazione di Benedetto XVI

I vescovi bavaresi esprimono la loro incondizionata solidarietà al Papa a seguito delle unilaterali rappresentazioni dei media

Soddisfazione dei rabbini: non si può chiedere di più, «Grazie per la solidarietà» (Santamaria)

Il nunzio apostolico in Israele: dal Papa parole chiare, precise e ferme (Sir)

Il Papa andrà in Terrasanta: «Shoah, crimine contro Dio» (Ambrogetti)

Questa vi sembra una "dichiarazione di guerra"?

Il card. Murphy-O'Connor ha attaccato e disubbidito a Benedetto XVI perchè, prossimo alla pensione, mira ad entrare nella Camera dei Lord?

Di Segni: "Un gesto opportuno". "Il contributo di Paolo VI in Terra Santa fu inesistente. Benedetto XVI si faccia ben consigliare..." (Bertasi)

Wiesel al Papa: "Non è ancora abbastanza, cacci il vescovo negazionista"

Il discorso di ieri del Papa "San Sebastiano" e' sufficiente? Ovviamente no...c'è chi alza ancora la posta!

Il Papa: «È inaccettabile negare la Shoah» (Tornielli)

Intervista a Fellay: "Mons. Lefebvre ha accettato il Concilio alla luce della Tradizione" (Seconda parte)

Mons. Fellay: "C'è una coalizione di tutto quel che è progressista o di sinistra per far pressione sul Papa"

INTERVISTA ESCLUSIVA A MONS. BERNARD FELLAY

Ieri sera surreale cena dell'avvocato degli Englaro per ringraziare i giornalisti (oggi la sepoltura di Eluana)

Il Papa: "La Chiesa è profondamente e irrevocabilmente impegnata a rifiutare ogni forma di antisemitismo" (Discorso del Santo Padre ai membri della Conferenza dei Presidenti delle Maggiori Organizzazioni Ebraiche Americane)

Un bellissimo esempio di amore e comunione: i vescovi spagnoli inviano una lettera di appoggio a Benedetto XVI

La grandezza del Papa, il ritorno a casa dei “lefebvriani” e la lingua di mons. Williamson (Respinti, articolo monumentale)

Intervista a Fellay: "Mons. Lefebvre ha accettato il Concilio alla luce della Tradizione" (Prima parte)

Pseudo-Berlicche scrive a pseudo-Malacoda: "Non usare la parola "eutanasia"! Non vogliamo turbare le coscienze, solo narcotizzarle"

LA SUBDOLA CONTESTAZIONE A BENEDETTO XVI FATTA CON BUGIE IMPIETOSE (monumentale commento di Giannino)

Vescovo negazionista, un complotto contro il Papa: ricostruzione incontestabile di Tornielli. Un dossier circola nei Sacri Palazzi

BENEDETTO XVI REVOCA LA SCOMUNICA AI VESCOVI LEFEBVRIANI: LO SPECIALE DEL BLOG

Papa/ Anti-Defamation League: Condanna negazionismo insufficiente

Abe Foxman ad Haaretz: vescovo Williamson deve essere scomunicato

Roma, 14 feb. (Apcom)

Per Abe Foxman, il direttore dell'Anti-Defamation League, l'organizzazione americana che combatte la diffusione dell'antisemitismo, la condanna di Benedetto XVI del negazionismo non è sufficiente.
Il Papa ha condannato con fermezza nei giorni scorsi le posizioni negazioniste del vescovo lefebvriano Richard Williamson, il cui caso ha provocato una frizione tra la Santa Sede e lo Stato di Israele. E la dichiarazione del Pontefice è stata accolta con favore dal mondo ebraico, tanto che Benedetto XVI ha ricevuto due giorni fa in udienza una delegazione ebraica e ha annunciato ufficialmente che si recherà in Israele il prossimo maggio.

Foxman, che ha partecipato all'incontro dell'altro ieri, ritiene però che "il problematico e controverso capitolo della Chiesa e della questione della negazione dell'Olocausto non si chiude con le dichiarazioni del Papa di condanna dei negazionisti".

"Un incontro tra ebrei e il Papa è sempre un evento di importanza storica", spiega Foxman in una intervista concessa al quotidiano israeliano Haaretz. "Ma se la Chiesa permette a un vescovo antisemita che nega l'Olocausto di restare al suo posto sotto la protezione della Chiesa, questo significa che la Chiesa dice una cosa e poi ne fa un'altra".
Foxman, che è lui stesso un sopravvissuto dell'Olocausto, apprezza le parole di condanna del Papa. Tuttavia, il leader della Anti-Defamation League ritiene che "non si può dire di essere contro l'antisemitismo e il negazionismo e permettere allo stesso tempo a un vescovo antisemita e negazionista di continuare a far parte del clero".
"Negare l'Olocausto è un crimine in molti Paesi", prosegue Foxmam. "Solo quando la Chiesa ripristinerà la scomunica" al vescovo Williamson (recentemente riabilitato insieme ad altri tre vescovi lefebvriani già scomunicati) "potremo dire che la questione della Chiesa e del negazionismo sarà risolta". L'Anti-Defamation League è la principale organizzazione ebraica attiva negli Stati Uniti.

© Copyright Apcom

Personalmente non ne posso piu'! Questi a casa mia si chiamano con una sola parola! Una bella alzata di spalle ci salvera'!
Comincio la novena per il Santo Padre e del resto, francamente, me ne infischio!
Tutti gli sforzi per dialogare con altre fedi vengono ripagati con la moneta che vediamo? Beh, allora...

R.

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Sì Raffaella capisco il tuo scoramento ma a questo punto sono loro che fanno la figura dei cretini. Il Papa è stato chiarissimo direi cristallino non credo che questi isterismi/patetici tentativi di manipolazione lo turbino più di tanto. Non facciamoci più turbare neanche noi ma uniamo le nostre forze e le nostre preghiere affinché i suoi progetti meravigliosi si avverino.

Raffaella ha detto...

Infatti e' un'ora che continuo ad alzare le spalle...e' meglio che la smetta o mi verra' il torcicollo :-)
Posso dirlo? Chissenefrega :-)
R.

gully ha detto...

Devo essere sincero, ora cominciano quasi a divertirmi. Sono in attesa della prossima sparata, vediamo fino a che punto si arriva

fr. A.R. ha detto...

Chissà se sono disposti a riconoscere Gesù Figlio di Dio e smettere di dire che i Cristiani ingannano il mondo a dire questa cosa...Non vorrei esagerare, ma c'è chi batte la chiesa in pretese fuori luogo 100 a 1!

Gianpaolo1951 ha detto...

Cara Raffaella, anche se il Santo Padre dovesse "ri-scomunicare" il vescovo Williamson, dopodomani troverebbero un altro pretesto per attaccare la Chiesa Cattolica e il nostro amato papa Benedetto XVI…
Non smetterò mai di dire che questi cosiddetti fratelli “maggiori”, lo sono solo nel senso di “maggiore” supponenza, superbia e tracotanza!...
Che pensino ai fattacci di casa loro e ci lascino in pace una volta per tutte!!!

mariateresa ha detto...

beh, dato che il rabbino Rosen ha detto che nessuna persona equilibrata puà chiedere di più alla Chiesa ne desumo che questo signore non è una persona equilibrata.

Anonimo ha detto...

Appunto, Raffa. CHSSENEFREGA! Si stanno rendendo ridicoli, seppelliamoli con un risata.
Alessia

Vladimir Ilich Uljanov ha detto...

Usano la mia tattica : tu spingi con la baionetta; se trovi morbido, avanza, se trovi duro, indietreggia..

Alessandra Mirabella ha detto...

Ma quando è che capiranno che la scomunica non è una condanna per un reato di opinione? Quando capiranno che Williamson (anche se è vescovo, nominato illecitamente) NON ha una diocesi per il semplice fatto che ancora NON e' in piena comunione con la Chiesa? Quando lo capiranno che non devono parlare di cose che non conoscono? Bisogna fargli un disegnino?

Anonimo ha detto...

Non dobbiamo prendercela più di tanto.
Le Leghe anti-diffamazione sono strutturalmente isteriche,è la loro ragione di essere attaccare e fare polemiche.
Antonio

gianni ha detto...

Non c’è peggior sordo di chi non VUOL sentire! Non c’è peggior cieco di chi non VUOL vedere!
A questo punto, penso che si dovrebbe chiedere ai nostri “fratelli maggiori” di fare la loro parte di “fratelli” manifestando nelle loro parole, nei loro atti e nei loro fatti la necessaria reciprocità.
E’ troppo chiedere a questi nostri fratelli destinatari della Prima Alleanza di:
-apprezzarci (amare è una parola grossa) almeno un po’, pochino,
-sforzarsi di comprenderci (almeno un po’, pochino…) senza urlare come Giovanni nel deserto davanti alle nostre umane mancanze o intemperanze, piccole o grandi, passate o presenti,
-chiederci scusa (perdono è una parola grossa) per le loro umane mancanze e intemperanze piccole o grandi, passate e presenti (davanti alle quali non urliamo come Giovanni nel deserto),
-tenderci la mano (almeno un po’, pochino…) ogni tanto,
-esprimerci la loro solidarietà (almeno un po’, pochino…) quando (anche oggi, non solo ieri) veniamo fatti oggetto di intolleranze, di odio, di violenze….?
Noi, destinatari della Seconda Alleanza, abbiamo, oggi e ieri, espresso loro a più riprese apprezzamento e comprensione, abbiamo chiesto perdono, teso la mano, espresso solidarietà a non finire. Adesso è ora di prenderci, noi, una "pausa di riflessione"...
I sensi unici esistono per regolare il traffico. Non esistono nelle relazioni tra pari. O siamo dispari?

Raffaella ha detto...

Caro Gianni, batti il "5"!
R.

sam ha detto...

"Per questo parlo loro in parabole: perché pur vedendo non vedono, e pur udendo non odono e non comprendono. E così si adempie per loro la profezia di Isaia che dice:
Voi udrete, ma non comprenderete,
guarderete, ma non vedrete.
Perché il cuore di questo popolo
si è indurito, son diventati duri di orecchi,e hanno chiuso gli occhi, per non vedere con gli occhi,non sentire con gli orecchi
e non intendere con il cuore e convertirsi, e io li risani."
Mt 13,13-15

gianni ha detto...

"5"

Anonimo ha detto...

Cara Raffaella ti suggerisco da oggi in poi di catalogare queste uscite ormai patetiche sotto la dicitura che hai già utilizzato per alcuni vescovi "Stasera (stamattina, oggi pomeriggio...) comiche" perché non vedo altro modo di definirle.
Un abbraccio!!!!!

euge ha detto...

Carissimi, come molti di noi hanno ricordato, il Papa come del resto ha fatto sempre, ha ribadito in modo cristallino ciò che da sempre dice e sostiene.
Purtroppo, queste persone hanno le orecchie foderate di prosciutto ed il cuore pieno e strabboccante di egocentrismo che sfruttano in questo momento per obbligare almisero zerbinaggio il nostro Pontefice.
Lasciamoli cuocere nel loro prodo di superbia e ricordiamo sempre:
" Chi sputa troppo in alto, prima o poi lo sputo se lo ritrova sulla testa".
E' veramente grottesco tutto questo e direi molto molto infantile.

anonimo ha detto...

qualcuno di voi è a conoscenza della posizione degli ebrei riguardo ai riconoscimento del genocidio armeno?

veritas ha detto...

ho letto qualcosa sulla posizione degli ebrei sugli altri genocidi.
faccio una ricerca.

veritas ha detto...

vi consiglio queste letture interessanti:

Gli ebrei e il genocidio armeno

A proposito del caso Williamson e del "revisionismo-negazionismo"

Il genocidio armeno e il negazionismo

Anonimo ha detto...

Ho sempre avuto in simpatia gli ebrei, forse perchè nella storia recente li ho sempre ritenuti ingiustamente attaccati. Ma dopo le ultime settimane non più. Non voglio dire che comincio a capire perchè tanti li detestino. Ma par che ci tengano a "metter il becco" a non farsi voler bene! Cari ebrei di certo avete perso un amico! E non credo ne abbiate acquisi molti altri.

Anonimo ha detto...

Forse gli ebrei vogliono la testa di Williamson! :-)