martedì 17 marzo 2009

Il Papa: L'epidemia di Aids «non si può superare con la distribuzione dei preservativi


Vedi anche:

Il Papa in volo per il Camerun: è ridicolo affermare che io sia solo!

Il Papa lascia l'Italia: telegramma a Giorgio Napolitano e risposta del Presidente della Repubblica

IL PAPA E' PARTITO PER IL CAMERUN. BUON VIAGGIO, SANTITA'!

Se questo è un Papa debole...(Baget Bozzo)

Benedetto, il Papa missionario (Valli)

La solitudine e la speranza in quella lettera del Papa (Bruno Forte)

Papa Ratzinger va in Africa e lascia i leoni a Roma (Farina)

Quelle parole accorate contro la «sporcizia» e l’arrivismo: il filo rosso che unisce la Via Crucis del 2005 alla catechesi su San Bonifacio (Muolo)

Perché il Papa difende la tradizione (Baget Bozzo)

L'attesa dell'Angola. Un popolo che ha bisogno di parole di verità (Osservatore Romano)

In Camerun un'Africa in miniatura pronta a ricevere Benedetto XVI (Osservatore Romano)

Anche nella Chiesa c'è chi voleva mettere il bavaglio al Papa ma ha fallito. La stanza del potere e quella della dottrina (Quagliariello)

L'indulgenza di Papa Ratzinger dettata dall'amore (Grillo)

Il Papa: i sacerdoti resi irriconoscibili da una errata lettura del Concilio (Izzo)

Dal 19 marzo il sito del Vaticano sarà anche in cinese, è l'ottava lingua

Vian: Il Papa rappresentato secondo stereotipi tanto polemici quanto abusati, o addirittura attraverso immagini del tutto false, e dunque fuorvianti

Di Cicco: Dipingere un papa Benedetto perduto dietro le note di Mozart, arroccato nelle sue stanze, isolato dal mondo rasenta il comico (Osservatore)

Dall’India la Via Crucis 2009 del Papa (Missionline)

Il Papa alla Congregazione del Clero: Non c'è Chiesa senza sacerdoti, non c'è sacerdote senza Chiesa. Il commento di Cantuale Antonianum

Manfred Lütz, teologo e psichiatra: Il Papa, ferito dalle polemiche, ha risposto con stile di pastore (Galli)

Secondo Melloni nella lettera del Papa ai vescovi ci sarebbero tre svolte...(io non le vedo ma constato una grande linealità e coerenza)

Lettera del Papa ai vescovi: Un messaggio di verità e carità (Cozzoli)

Il Papa annuncia l'indizione a giugno di uno speciale Anno Sacerdotale: il presbitero sia un testimone "riconoscibile" di Cristo (Radio Vaticana)

Il Papa: "E' importante favorire nei sacerdoti, soprattutto nelle giovani generazioni, una corretta ricezione dei testi del Concilio Ecumenico Vaticano II, interpretati alla luce di tutto il bagaglio dottrinale della Chiesa"

Apertura dei vescovi tedeschi all'eutanasia? Sarà vero? Se fosse così invito la CDF ad iniziare i "colloqui dottrinali"

Il Papa: Il prete si distingue ontologicamente, e non solo per grado dal semplice fedele battezzato

INDIZIONE DELL’ANNO SACERDOTALE: COMUNICATO UFFICIALE

Lettera del Papa ai vescovi, Riccardi: Non può esserci spazio per la cultura del nemico

Nella lettera ai vescovi Benedetto XVI ha confermato gli obiettivi irrinunciabili del suo pontificato. Il card. Ruini li analizza (Magister)

Card. Vingt-Trois: “Benedetto XVI ha ascoltato ciò che è stato detto” (La Croix)

Presentati allo Yad Vashem nuovi documenti favorevoli a Pio XII. Andrea Tornielli racconta un incontro a porte chiuse svoltosi a Gerusalemme (Zenit)

Abbé Barthe: Esiste un’opposizione romana a Papa Benedetto XVI? Parte prima (Messainlatino)

Lettera del Papa ai vescovi, Vian: quell’affinità tra Benedetto XVI e San Paolo (Sussidiario)

"Se si trasforma la Chiesa in un talk-show". Straordinario editoriale di Andrea Tornielli, da leggere ed incorniciare!

Il Papa ed il verbo "divorare" nella lettera ai vescovi e nei saluti ai fedeli polacchi (Izzo)

La mano tesa di Benedetto XVI (Bianchi)

Dalla parte della bambina brasiliana. Bellissimo intervento di Mons. Fisichella sull'Osservatore Romano. Da leggere e meditare!

VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE IN CAMERUN E ANGOLA (17-23 MARZO 2009): LO SPECIALE DEL BLOG

IL PAPA IN CAMERUN ED ANGOLA: I VIDEO E LE FOTO

IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA DEL SANTO PADRE AI VESCOVI CATTOLICI SULLA REMISSIONE DELLA SCOMUNICA AI QUATTRO VESCOVI "LEFEBVRIANI"

IN VOLO VERSO IL CAMERUN PER IL PRIMO VIAGGIO IN AFRICA

Il Papa: Aids non si supera con i preservativi
Benedetto XVI: non mi sento solo, circondato da amici


ROMA - L'epidemia di Aids «non si può superare con la distribuzione dei preservativi che, anzi aumentano i problemi»: è quanto ha affermato Benedetto XVI, durante il suo viaggio verso l'Africa. Il Papa ha indicato come unica strada efficace quella di un rinnovo spirituale e umano nella sessualità.

SOLITUDINE - «Non mi sento solo in alcun modo», ha poi detto Benedetto XVI., aggiungendo di essere circondato da amici, collaboratori e vescovi. Il Papa ha risposto ad una domanda sulla sua presunta solitudine dopo la crisi scoppiata in seguito alla revoca della scomunica ai vescovi lefebvriani.

© Copyright Corriere online

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Stessa cosa sul sito di rep. Mi chiedo chi abbia posto la domanda sui preservativi :-)))
Alessia

Alessandra Mirabella ha detto...

Già mi immagino l'immane gazzarra che seguirà questa affermazione.. Peccato che abbia ragione. Infatti se i profilattici fossero l'unica soluzione al problema AIDS allora i paesi industrializzati dove i profilattici si trovano nei distributori dovrebbero avere incidenza zero. Peccato che non sia così. E allora? Come non pensare che EVIDENTEMENTE è un problema di educazione (alla salute, al rispetto di sè e degli altri, alla sessualità presa non come semplice sfogo di un istinto etc. etc. etc..)? Ma si sa che per alcuni basta buttare condom a pioggia in un villaggio africano per tacitare la propria coscienza sporca.

Anonimo ha detto...

le domande non sono un problema... le risposte lo sono.

gianni

Anonimo ha detto...

"Infatti se i profilattici fossero l'unica soluzione al problema AIDS allora i paesi industrializzati dove i profilattici si trovano nei distributori dovrebbero avere incidenza zero"

certo... perchè e risaputo che tutti ma proprio tutti nei paesi industrializzati usano il preservativo.....

gianni

Anonimo ha detto...

X Anonimo
E' proprio questo il punto! Non basta il preservativo in sè. Non basta solamente informare (dare informazioni su come si trasmette il virus), ma EDUCARE. E questo non vuol dire solo "sapere usare il condom", ma tante altre cose.
E se questo è difficile da fare nei paesi industrializzati dove ci può essere tutta l'informazione possibile, figuriamoci in Africa dove ci sono molte più difficoltà (basta pensare alle innumerevoli guerre, dimenticate. e carestie)

Per questo è importante dire "Non basta il condom"!
Peccato che molti si fermino a questo livello.

gianni ha detto...

Condivido pienamente l'ultimo post! "Non basta il condom"!
Ma sembra che, oggi, molti abbiano il sesso al posto della testa. Se tutto si risolvesse con il condom....

Anonimo ha detto...

Il preservativo NON é sicuramente LA soluzione definitiva ad una calamitá cosí grave, peró SICURAMENTE aiuta a limitarne la diffusione.

euge ha detto...

Per gianni ti do ragione!