lunedì 16 marzo 2009

L'indulgenza di Papa Ratzinger dettata dall'amore (Grillo)


Vedi anche:

Il Papa: i sacerdoti resi irriconoscibili da una errata lettura del Concilio (Izzo)

Dal 19 marzo il sito del Vaticano sarà anche in cinese, è l'ottava lingua

Vian: Il Papa rappresentato secondo stereotipi tanto polemici quanto abusati, o addirittura attraverso immagini del tutto false, e dunque fuorvianti

Di Cicco: Dipingere un papa Benedetto perduto dietro le note di Mozart, arroccato nelle sue stanze, isolato dal mondo rasenta il comico (Osservatore)

Da domani il Papa in Africa: Camerun e Angola le tappe del primo viaggio apostolico di Benedetto XVI nel continente (Radio Vaticana)

Dall’India la Via Crucis 2009 del Papa (Missionline)

Il Papa alla Congregazione del Clero: Non c'è Chiesa senza sacerdoti, non c'è sacerdote senza Chiesa. Il commento di Cantuale Antonianum

Secondo Melloni nella lettera del Papa ai vescovi ci sarebbero tre svolte...(io non le vedo ma constato una grande linealità e coerenza)

Lettera del Papa ai vescovi: Un messaggio di verità e carità (Cozzoli)

Il viaggio in Africa sotto la protezione di San Giuseppe (Zavattaro)

L’Anno Sacerdotale, opportunità per valorizzare la missione del sacerdote nella Chiesa e nella società. La riflessione di don Alberto Pacini (R.V.)

Il Papa annuncia l'indizione a giugno di uno speciale Anno Sacerdotale: il presbitero sia un testimone "riconoscibile" di Cristo (Radio Vaticana)

Il Papa: "E' importante favorire nei sacerdoti, soprattutto nelle giovani generazioni, una corretta ricezione dei testi del Concilio Ecumenico Vaticano II, interpretati alla luce di tutto il bagaglio dottrinale della Chiesa"

Apertura dei vescovi tedeschi all'eutanasia? Sarà vero? Se fosse così invito la CDF ad iniziare i "colloqui dottrinali"

Il Papa: Il prete si distingue ontologicamente, e non solo per grado dal semplice fedele battezzato

INDIZIONE DELL’ANNO SACERDOTALE: COMUNICATO UFFICIALE

Il Papa indice per il 2010 l'Anno Sacerdotale

IL PAPA: I PRETI SI DISTINGUANO ANCHE PER L'ABITO. FAVORIRE LA CORRETTA RICEZIONE DEL CONCILIO

Lettera del Papa ai vescovi, Riccardi: Non può esserci spazio per la cultura del nemico

Nella lettera ai vescovi Benedetto XVI ha confermato gli obiettivi irrinunciabili del suo pontificato. Il card. Ruini li analizza (Magister)

Secondo Zollitsch non ci sono punti che dividono la Conferenza episcopale tedesca e la Santa Sede (Sir)

Card. Vingt-Trois: “Benedetto XVI ha ascoltato ciò che è stato detto” (La Croix)

Presentati allo Yad Vashem nuovi documenti favorevoli a Pio XII. Andrea Tornielli racconta un incontro a porte chiuse svoltosi a Gerusalemme (Zenit)

Abbé Barthe: Esiste un’opposizione romana a Papa Benedetto XVI? Parte prima (Messainlatino)

Il Papa da martedì in Africa: «Stop a guerre e ingiustizie» (Bobbio)

Lettera del Papa ai vescovi, Vian: quell’affinità tra Benedetto XVI e San Paolo (Sussidiario)

Benedetto XVI esalta lo spirito di unità con i vescovi. Attesa per il viaggio in Africa (Conte)

Giallo sul primo incontro tra Obama e Benedetto XVI (Tornielli)

Il Papa parte per l' Africa, continente tra guerre e pandemie. Rischio di black out mediatico?

Manfred Lütz, teologo e psichiatra: Il Papa, ferito dalle polemiche, ha risposto con stile di pastore (Galli)

Papa in Africa, le sfide: Aids e sette (Il Tempo)

Preghiera per il Santo Padre in vista del viaggio in Africa

Il Papa si prepara a primo viaggio in Africa (Pullella)

Fuga di notizie, caccia al «servo di mezza tacca» (Vecchi)

"Se si trasforma la Chiesa in un talk-show". Straordinario editoriale di Andrea Tornielli, da leggere ed incorniciare!

Il Papa ed il verbo "divorare" nella lettera ai vescovi e nei saluti ai fedeli polacchi (Izzo)

Angelus del Santo Padre: il commento di Salvatore Izzo

Il Papa: "Parto per l’Africa con la consapevolezza di non avere altro da proporre e donare a quanti incontrerò se non Cristo e la Buona Novella della sua Croce, mistero di amore supremo, di amore divino che vince ogni umana resistenza e rende possibile persino il perdono e l’amore per i nemici" (Angelus)

Ai vaticanisti che tengono i conti dei fedeli: domani mi aspetto editoriali ed articoli sulla Piazza strapiena di oggi

La mano tesa di Benedetto XVI (Bianchi)

Con la lettera ai vescovi il Papa ammonisce i "suoi" e sfida la storia (Fontana)

Benedetto XVI sotto il fuoco "amico". Il Papa non sarà mai solo contro chi non vuol capire (Volonté)

Dalla parte della bambina brasiliana. Bellissimo intervento di Mons. Fisichella sull'Osservatore Romano. Da leggere e meditare!

Per riflettere: la Messa tridentina è roba da giovani. Ora cominciano ad accorgersene anche i progressisti. Che si inquietano...

Lettera del Santo Padre ai vescovi: una piccola riflessione (Raffaella)

VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE IN CAMERUN E ANGOLA (17-23 MARZO 2009): LO SPECIALE DEL BLOG

IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA DEL SANTO PADRE AI VESCOVI CATTOLICI SULLA REMISSIONE DELLA SCOMUNICA AI QUATTRO VESCOVI "LEFEBVRIANI"

Su segnalazione di Eufemia leggiamo:

Il punto

di GIROLAMO GRILLO *

L'indulgenza di Ratzinger dettata dall'amore

È già stato scritto, su questo quotidiano, della lettera indirizzata da Benedetto XVI ai suoi Confratelli Vescovi circa la remissione della scomunica ai quattro presuli consacrati dall'arcivescovo Lefebvre.

Nessuna meraviglia, pertanto, se un confratello vescovo si riferisca allo stesso argomento dopo un'attenta lettura della missiva in parola.
La parafrasi "nihil novi sub sole" (niente di nuovo sotto il sole) certamente si addice a un vescovo che, in gioventù ha avuto la fortuna di stare accanto a grandi pontefici del Concilio e dell'immediato post-Concilio Vaticano II e specialmente per tutto il pontificato di Paolo VI, nell'immediata vicinanza dell'indimenticabile Sostituto della Segreteria di Stato, Monsignor Benelli, conoscendo così, da dentro, anche le miserie della vita della Chiesa.

Benedetto XVI, con il suo impareggiabile stile ha voluto con grande umiltà rivolgersi ai suoi confratelli, alla pari del "Padre misericordioso" della parabola evangelica, facendo loro presente quanto, per realizzare con la dovuta cautela l'"ut unum sint" voluto dal Cristo per la sua Chiesa, Egli ha ritenuto opportuno di dare inizio al recupero di un gruppo piuttosto nutrito di "pecore smarrite". Nulla di strano, quindi, in tutto questo; anzi, al contrario, si è di fronte a un atto di grande apertura, conseguente al desiderio che la Chiesa sia veramente una famiglia in cui ci si dovrebbe sforzare di far vivere tutti i membri in pace.

Non sempre, però, tutti i "fratelli maggiori" riescono a liberarsi dalle proprie idee, fino al punto da rendersi di ostacolo alla comprensione di un'altra posizione, che comunque, con il tempo e la pazienza, potrebbe essere appianata.

Si è giunti così anche a sostenere, da parte di presunti teologi laici, che il Papa dovrebbe usare lo stessa comprensione nei confronti di tanti altri fratelli cattolici che non sempre sono in sintonia con lui, permettendo la cosiddetta "parresìa", in maniera di fare della Chiesa non «un solo gregge sotto un solo pastore», ma una libera "agorà". Né più né meno quanto si voleva, da più parti, anche da Paolo VI, nei momenti drammatici da lui vissuti in molte circostanze: "Humanae vitae", divorzio, aborto e in tante altre vicende.
La storia, purtroppo, si ripete; anche se il più delle volte gli stessi fratelli dimenticano che l'amore che nutre pure nei loro confronti è benefico, a patto che si riesca a comprendere che soltanto con la docilità al Magistero di Pietro si potrà fare della Chiesa un vero focolare domestico: caldo per i cristiani e attraente per i non credenti.
Con questo non si vuol dire che sia necessario mettere a tacere le nostre discordie, pur accettando fin dove è possibile le diversità dei punti di vista, ma scegliendo sempre ciò che ci unisce e seppellendo possibilmente nel silenzio ciò che divide, facendo della schiettezza d'animo, dell'indulgenza e soprattutto dell'umiltà, la strada dell'amore, sublime caratteristica di questo Pontificato.

* Vescovo emerito di Civitavecchia-Tarquinia

© Copyright Il Tempo, 15 marzo 2009 consultabile online anche qui.

1 commento:

lycopodium ha detto...

Avevo sperato che fosse Andrea...