mercoledì 18 marzo 2009

Il Vaticano diffonde la risposta completa del Papa su aids e condom. Essa è stata riassunta ieri dai media in modo evidentemente frettoloso (Agi)


Vedi anche:

La risposta completa del Santo Padre alla domanda sull'aids. Perchè non si è provveduto prima alla trascrizione?

INTERVISTA CONCESSA DAL PAPA SULL'AEREO PER IL CAMERUN SU PRESUNTA SOLITUDINE, CRISI ECONOMICA, CHIESA AFRICANA ED EDUCAZIONE ALLA SESSUALITA'

Il Papa: trasformare col Vangelo la società africana (AsiaNews)

Il Papa: i preti siano uomini maturi, equilibrati e di fede

Il Papa: "L’esempio e la parola del loro Vescovo è per i sacerdoti un aiuto prezioso per dare alla loro vita spirituale e sacramentale un posto centrale nel loro ministero, incoraggiandoli a scoprire e vivere sempre più profondamente che lo specifico del pastore è essere innanzitutto un uomo di preghiera e che la vita spirituale e sacramentale è una straordinaria ricchezza dataci per noi stessi e per il bene del popolo che ci è affidato" (Discorso del Santo Padre ai Vescovi del Camerun)

Il Papa in Camerun: video

Il Papa ai vescovi del Camerun: “La missione del vescovo – ha detto - lo impegna ad essere il principale difensore dei diritti dei poveri" (Sir)

Il Papa ai vescovi del Camerun: Vigilare sulle vocazioni e fedeltà agli impegni. Preservare la famiglia e la dignità della liturgia (Sir)

Il Papa: la Chiesa lotta contro l'aids. L'Iman: la sua visita è una benedizione (Izzo)

Il Papa in Africa: cure gratis per l'Aids (Bobbio)

Il Papa “Ne” ha parlato: editoriale di Dominique Quinio per "La Croix"

La Chiesa cattolica tedesca contesta MicroMega: sull'eutanasia siamo in linea con il Vaticano

Giulio Albanese: la battuta del Papa non è una provocazione (Tornielli)

L'Africa che accoglie Papa Benedetto: i servizi di Bobbio, Vecchi e Calabrò

Il Papa in Africa ricorda che l’aids si combatte con una “umanizzazione della sessualità” (Rodari)

Il primo giorno del viaggio apostolico in Camerun e Angola (Sir)

Il Papa va seguito. Solo così i Cattolici non si faranno del male (Volonté)

Il Papa in Camerun: il commento di Andrea Tornielli

La giovane Chiesa del Camerun e Benedetto XVI (Osservatore Romano)

Il metodo di Benedetto XVI. Pietro De Marco commenta la lettera del Papa ai vescovi

Il Papa: in Africa, di fronte al male il cristiano non può rimanere in silenzio (AsiaNews)

L’abbraccio di Yaoundé a Papa Benedetto: il commento di Andrea Tornielli

Il Papa in Camerun: video sky e servizio di Brunelli

Per i signori giornalisti: attenzione ai titoli! Quelli sui preservativi sono "forzati". Il Papa infatti ha usato ben altro linguaggio!

Il primo giorno del Papa in Africa: il bel commento di Salvatore Izzo

L'arcivescovo di Dakar: Dal Pontefice un messaggio di riconciliazione e di speranza. L'Africa non vuole essere la terra delle sofferenze dimenticate

Nell'incontro con i giornalisti durante il viaggio aereo il Papa propone una lettura dell'attuale crisi alla luce dei valori cristiani (Osservatore)

Il Papa: "Di fronte al dolore o alla violenza, alla povertà o alla fame, alla corruzione o all’abuso di potere, un Cristiano non può mai rimanere in silenzio" (Discorso del Santo Padre all’aeroporto Nsimalen di Yaoundé)

Benedetto XVI in Africa: "Cure gratis contro l'Aids"

I temi della conferenza stampa di Benedetto XVI (Sir)

Il Papa ai giornalisti: amo l’Africa e la sua fede gioiosa (Radio Vaticana)

Lettera del Papa ai vescovi: Il pastore non abbandona nessuno. Il teologo spiega perché (Manuel Nin)

Lettera del Santo Padre ai vescovi: la solidarietà dei movimenti e del laicato cattolico

Appello del Papa: "Non abbandonate l'Africa"

Se questo è un Papa debole...(Baget Bozzo)

Benedetto, il Papa missionario (Valli)

La solitudine e la speranza in quella lettera del Papa (Bruno Forte)

Anche nella Chiesa c'è chi voleva mettere il bavaglio al Papa ma ha fallito. La stanza del potere e quella della dottrina (Quagliariello)

Quelle parole accorate contro la «sporcizia» e l’arrivismo: il filo rosso che unisce la Via Crucis del 2005 alla catechesi su San Bonifacio (Muolo)

Di Cicco: Dipingere un papa Benedetto perduto dietro le note di Mozart, arroccato nelle sue stanze, isolato dal mondo rasenta il comico (Osservatore)

Nella lettera ai vescovi Benedetto XVI ha confermato gli obiettivi irrinunciabili del suo pontificato. Il card. Ruini li analizza (Magister)

VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE IN CAMERUN E ANGOLA (17-23 MARZO 2009): LO SPECIALE DEL BLOG

DISCORSI ED OMELIE DEL SANTO PADRE IN CAMERUN ED ANGOLA

IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA DEL SANTO PADRE AI VESCOVI CATTOLICI SULLA REMISSIONE DELLA SCOMUNICA AI QUATTRO VESCOVI "LEFEBVRIANI"

Su segnalazione di Eufemia leggiamo questo commento esaustivo, obiettivo e molto professionale. Sono praticamente sicura che l'autore e' Salvatore Izzo che ringraziamo di cuore.

PAPA: VATICANO DIFFONDE RISPOSTA COMPLETA SU AIDS E CONDOM =

(AGI) - CdV, 18 mar.

La considerazione di Benedetto XVI circa l'inefficacia del condom per arrestare l'epidemia dell'Aids in Africa e' stata riassunta ieri dai media in modo evidentemente frettoloso: la posizione espressa della Chiesa sui preservativi e' quella gia' nota di Giovanni Paolo II e ieri Papa Ratzinger ha osservato solo che questi mezzi non risolvono il problema dell'Aids a conclusione di un ragionamento lungo e articolato sulle risposte efficaci che la Chiesa Cattolica sta dando sul fronte dell'Aids proprio in Africa, come emerge dal testo completo delle dichiarazioni del Pontefice sull'aereo, diffuso solo oggi dalla Sala Stampa della Santa Sede. A porre la questione e' stato l'inviato di "France 2", Philippe Visseyrias, che ha chiesto al Pontefice se avrebbe affrontato il tema dell'Aids nel viaggio e gli ha ricordato che la posizione della Chiesa Cattolica sul modo di lottare contro questa malattia "viene spesso considerata non realistica e non efficace".
"Io - ha risposto il Pontefice - direi il contrario:
penso che la realta' piu' efficiente, piu' presente sul fronte della lotta contro l'Aids sia proprio la Chiesa Cattolica, con
i suoi movimenti, con le sue diverse realta'. Penso alla Comunita' di Sant'Egidio che fa tanto, visibilmente e anche invisibilmente, per la lotta contro l'Aids, ai Camilliani, a tutte le Suore che sono a disposizione dei malati...
Direi che non si puo' superare questo problema dell'Aids solo con slogan pubblicitari. Se non c'e' l'anima, se gli africani non si aiutano, non si puo' risolvere il flagello - ha detto il Papa - con la distribuzione di profilattici: al contrario, il rischio e' di aumentare il problema".
Per il Papa, invece, “la soluzione puo’ trovarsi solo in un duplice impegno: il primo, una umanizzazione della sessualita’, cioe’ un rinnovo spirituale e umano che porti con se’ un nuovo modo di comportarsi l’uno con l’altro, e il secondo, una vera amicizia anche e soprattutto per le persone sofferenti, la disponibilita’, anche con sacrifici, con rinunce personali, ad essere con i sofferenti. E questi - ha scandito - sono i fattori che aiutano e che portano visibili progressi”.
“Percio’ - ha continuato Papa Ratzinger - questa nostra duplice forza di rinnovare l’uomo interiormente, di dare forza spirituale e umana per un comportamento giusto nei confronti del proprio corpo e di quello dell’altro, e questa capacita’ di soffrire con i sofferenti, di rimanere presente nelle situazioni di prova, mi sembra che sia la giusta risposta, e la Chiesa fa questo e cosi’ offre un contributo grandissimo ed importante. Ringraziamo - ha concluso - tutti coloro che lo fanno”.

Dal testo completo emerge dunque l’immagine di una Chiesa che e’ impegnata nel soccorrere e non si limita a condannare (cosa che peraltro e’ del tutto assente nelle parole pronunciate dal Pontefice).

In proposito e’ intervenuto a Yaounde’ il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, che ha respinto anche lui le accuse di inefficacia rivolte all’azione della Chiesa, rilevando che anzi quella cattolica e’ una delle “presenze piu’ attive e competenti’ nella battaglia contro il virus Hiv. Le linee guida - ha spiegato - sono tre : l’educazione, le cure efficaci, l’assistenza alle persone malate”.

“Concentrarsi sul preservativo - ha continuato - non e’ la strada giusta, perche’ distoglie da un impegno educativo piu’ complessivo”, anche perche’ (come del resto dimostrano i fatti, in quanto i preservativi sono copiosamente distribuiti anche in Africa), risulta evidente che “non e’ a forza di preservativi che si blocca la diffusione dell’Aids”. In merito, ha sottolineato il religioso, “non aspettatevi cambiamenti di posizione durante questo viaggio: Benedetto XVI ha ribadito la linea gia’ affermata da Giovanni Paolo II”.
Padre Lombardi ha anche ricordato che “la Comunita’ di Sant’Egidio ha un centro a Yaounde’ dove vengono preparati gli operatori sanitari”. E Mario Giro, esponente della Comunita’ ha riferito che le cure previste dal programma Dream, che mir atra l’altro a bloccare la diffusione dell’Aids da madre a bambino, sono efficaci al 97 per cento.

© Copyright (AGI)

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Più che frettoloso, fazioso e con il proposito di creare polemica. Kouchner si scusi e si vergogni.
Alessia

mariateresa ha detto...

guardate a me sembra che tutti questi episodi non siano normali.
Adesso mi alzo e vado a fare una passeggiatina e lascio che il pensiero si depositi.
Poi, più fresca mi faccio un'opinione.
Se si leggono le agenzie in francese c'è decisamente da pensare male e infatti Beatrice, nel suo sito, pensa malissimo.
Si mettono insieme nei commenti le pere con le mele e i mandarini per dare ad intendere che viene fuori un melone.
Non si merita questo, il nostro Benedetto. No.
Non mi viene un nome per descrivere questa situazione.
Ma passeggiando spero mi venga in mente.

Anonimo ha detto...

Saranno in grado segreteria di stato e Lombardi di rispondere con prontezza e decisione?
Alessia

Raffaella ha detto...

Beh, io la soluzione ce l'ho: mai piu' conferenze stampa in aereo con i giornalisti (salvo eccezioni ben precise).
Il Papa parli ai fedeli non a chi e' pronto a strumentalizzare ogni sua parola.
R.

Anonimo ha detto...

Che autentica carognata!
Alessia

Anonimo ha detto...

Siamo alle solite !!!!!!! Lasciano prima che i giornalisti facciano razzia del discorso pronunciato da Sua Santità a loro proprio uso e consumo, dopodichè pubblicano la risposta per intero ma, ovviamente qyuando tutti ormai hanno voluto capire fischi per fiaschi.
La prontezza della Sala Stampa e della Segreteria di Stato, lascia molto ma, molto a desiderare.

gemma ha detto...

no mariateresa, non sono normali, soprattutto la pronta propagazione delle reazioni a macchia d'olio.
Vengo a prendere un pò d'aria insieme a te..

E' chiaro... ha detto...

...E' il Grande Oriente di Francia.