venerdì 13 marzo 2009

Lettera del Papa sui Lefebvriani: la commozione (!) dei vescovi austriaci (Sir)


Vedi anche:

Benedetto XVI: formare le comunità cristiane all'adorazione eucaristica, rinnovandola in fedeltà alla tradizione liturgica (Radio Vaticana)

Il Papa: "L’esperienza del rinnovamento è importante anche rispetto al tema dell’adorazione eucaristica. Tale approfondimento sarà possibile soltanto attraverso una maggiore conoscenza del mistero in piena fedeltà alla sacra Tradizione"

Meraviglioso, dolcissimo, cardinale Canizares: "Amarezza per la sofferenza recata al Papa"

Secondo il card. Bertone il Papa non è solo e la curia gli è fedele. Ma c'è qualche voce stonata...

La Curia Romana: cos'è e come funziona e perchè non deve lasciar "fuggire" le notizie (Cantuale Antonianum)

Lettera del Papa sui Lefebvriani: il grazie (!) dei vescovi belgi e inglesi (Sir)

Lettera del Papa: il grazie (!) di Vingt-Trois (Francia), Zollitsch (Germania) e Grampa (Svizzera)

Zollitsch ha l'impressione che il Papa abbia sofferto molto...

La lettera del Papa? Una lezione di vero ecumenismo! Parla don Alfredo Morselli (Zenit)

I lefebvriani al Papa: non vogliamo fermarci al 1962 (Tornielli)

Segnali positivi: per la prima volta Radio Vaticana (sezione italiana) riporta una dichiarazione di Mons. Fellay

"Caso Lefebvriani": una parola chiarificatrice. Lettera di Benedetto XVI ai vescovi cattolici (Sir)

Rassegna stampa di Padre Livio su Radio Maria. Da non perdere!

Lettera del Papa ai vescovi cattolici: lettera di risposta del cardinale Agostino Vallini, Vicario di Roma

GRANDIOSO PADRE LIVIO NELLA RASSEGNA STAMPA DI RADIO MARIA

Preti contro preti (Renato Farina)

La lettera del Papa ai vescovi: le critiche e il messaggio alla Germania (Vecchi)

La lettera del Papa ai vescovi: una «sveglia» da Padre della Chiesa (Cardinale)

Il cardinale di Sydney, George Pell, destinato a sostituire Dias alla congregazione di Propaganda Fide? (Bevilacqua)

Lettera del Papa ai vescovi sulla remissione della scomunica ai Lefebvriani: comunicato della Cei

L’Osservatore contro la Curia e le sue “miserande” fughe di notizie (Rodari)

IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA DEL SANTO PADRE AI VESCOVI CATTOLICI SULLA REMISSIONE DELLA SCOMUNICA AI QUATTRO VESCOVI "LEFEBVRIANI"

La Stampa e Repubblica attaccano il Papa nonostante la lettera ai vescovi...

Oggi fioriscono comunicati di solidarietà al Papa...ma che "tempismo tardivo". Clamoroso errore sul sito di Avvenire

Apertura dei Lefebvriani: "Vogliamo considerare il Concilio Vaticano II e l'insegnamento post-conciliare alla luce della Tradizione"

Benedetto XVI: la soluzione al problema dei “lefebvriani” è dottrinale (Zenit)

Comunicato di Mons. Bernard Fellay sulla lettera del Santo Padre ai vescovi (traduzione in italiano)

Il Papa visiterà in autunno la Sinagoga di Roma

Lefebvriani, Osservatore Romano: «Nella chiesa bufera senza precedenti»

Mons. Fellay: "Siamo ben lontani dal voler arrestare la Tradizione a prima del 1962''

Il Papa ad una Delegazione del Gran Rabbinato d’Israele: "Possa la mia visita contribuire anche ad approfondire il dialogo della Chiesa con il popolo ebraico, cosicché gli ebrei, i cristiani e anche i musulmani possano vivere in pace e in armonia in Terra Santa!"

Lettera del Papa ai vescovi, Vian: un testo appassionato e senza precedenti nato dal cuore di Benedetto XVI (Osservatore Romano)

Lefebvriani, il Papa: recuperiamo quello che c'è di positivo (Izzo)

Rammarico del Papa per la questione dei Vescovi “lefebvriani” e ringraziamento agli ebrei (Zenit)

Il Papa: errori, incomprensioni e “odio” nella vicenda dei vescovi lefebvriani (AsiaNews)

L'incontro del Papa con gli Ebrei e la Conferenza di Durban: il commento di Salvatore Izzo

Il Pontefice spiega le ragioni della remissione della scomunica ai vescovi ordinati da Mons. Lefebvre (Zenit)

Papa combattivo, lettera severa (Il Foglio)

Padre Lombardi sugli attacchi al Papa: Non tutti sono stati gentili e ben educati nelle loro opinioni

Il commento di padre Lombardi alla Lettera del Papa. Da leggere e meditare! (Radio Vaticana)

Vivo apprezzamento del Congresso mondiale ebraico: da Benedetto XVI parole inequivocabili che aiutano a rafforzare il dialogo (Radio Vaticana)

Lefebvriani, lettera del Papa ai vescovo: il commento di José Luis Restán. Bellissima l'immagine dell'aquila e delle galline :-)

Adesso si tratta della dottrina. Il dialogo con i lefebvriani è da preparare con molta cura (Guido Horst)

L'analisi della lettera del Papa: Ratzinger e la priorità di unire la Chiesa (Tornielli)

Preghiera per il Santo Padre in vista del viaggio in Africa

La lettera del Papa ai vescovi sulla revoca della scomunica ai Lefebvriani: un commento da leggere e meditare

BENEDETTO XVI REVOCA LA SCOMUNICA AI VESCOVI LEFEBVRIANI: LO SPECIALE DEL BLOG

LETTERA DI PAPA BENEDETTO XVI AI VESCOVI CATTOLICI SULLA REMISSIONE DELLA SCOMUNICA DEI QUATTRO VESCOVI CONSACRATI DA MONS. LEFEBVRE: LO SPECIALE DEL BLOG

LETTERA SUI LEFEBVRIANI: CONFERENZA EPISCOPALE AUSTRIACA, “RINGRAZIAMO COMMOSSI”

Con "gioia spirituale" la Conferenza episcopale austriaca, riunita ad Innsbruck per la sessione plenaria primaverile, ha accolto ieri la lettera di Papa Benedetto XVI ai vescovi.
"In questo grande documento che dispiega la vastità e la profondità del Vangelo, Lei ci fa partecipi della preoccupazione pastorale che L'ha mossa a revocare la scomunica dei quattro vescovi lefebvriani. Lei menziona chiaramente gli equivoci da ciò originati. Dalla lettera si indovina il dolore che ha colpito Lei in questa vicenda, ma che è stato provato anche da molte Chiese locali e da persone al di fuori della Chiesa. Ancora una volta, Lei fa capire che la parola neotestamentaria 'Dio è carità' è e rimane la luminosa stella polare del Suo servizio petrino". "La ringraziamo commossi dal profondo del cuore", termina il comunicato, "assicurandoLe le nostre fedeli preghiere e chiedendo di pregare e di impartire la Sua benedizione apostolica per noi e per le nostre Chiese locali come forza per l'unità e l'amore nella Chiesa".

© Copyright Sir

Leggo:

Dalla lettera si indovina il dolore che ha colpito Lei in questa vicenda...

Eh si'...occorre la palla di cristallo!
Chissa' da dove nasce la sofferenza del Papa...forse si e' rattristato da solo?
Chissa' che cosa ne pensa Mons. Wagner della lettera del Santo Padre.
Possiamo chiederglielo?

R.

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Una massa di ipocriti e farisei! Perchè non si convertono all'ebraismo.... farebbero meno danni, potrebbero sposarsi, fare i fattacci loro... e la smetterebbero di proclamarsi cattolici!

Anonimo ha detto...

che c'entra l'ebraismo?
si convertano al protestantesimo.

Caterina63 ha detto...

NO comment....Venerdì di Quaresima....^___^

bella la foto del Papa che "GUARDA" il suo allievo un tantino discolo...^__^

Fabio ha detto...

La lettera del Papa è come la spada della Parola di Dio: "efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio; essa penetra fino al punto di divisione dell’anima e dello spirito, delle giunture e delle midolla". Speriamo ora che qualche coscienza ecclesiale abbia la grazia di ravvedersi e di imparare a servire la Chiesa in Comunione con la Sede di Pietro!

Anonimo ha detto...

Una bella dimostrazione d'affetto al Papa da parte dei vescovi austriaci.

Anonimo ha detto...

una roba da far accapponare i capelli!

Anonimo ha detto...

L'ebraismo c'entra nel senso che sono "ipocriti e farisei"... era una rimembranza evangelica... d'altra parte hanno una posizione di intransigenza dinanzi al dogma dell'olocausto che è superiore a quella che mantengono rispetto ai dogmi della chiesa cattolica. Comunque per carità nessuno voleva offendere gli ebrei!

mariateresa ha detto...

anch'io Caterina ho notato lo sguardo del papa nella foto.
Certo che l'abitudine di tenere la faccia come le chiappe non credevo che esistesse con tanta intensità anche nel mondo ecclesiale.
Simpatica abitudine.
Siccome è venerdì di quaresima ho guardato il filmato di repubblica TV. Ho perso inutilemente il mio tempo.Invitati melensi. Politi solito. Cravatta terribile.Non la porterebbe neanche Bossi. Un comizio in piena regola.
La prossima volta lavo i vetri di casa per impiegare il tempo.

anonimo del pollaio ha detto...

La risposta più umile è venuta dal vescovo Fellay.
Solo lui ha dimostrato di avere capito il contenuto reale della lettera e ha ringraziato il Papa per avere innalzato il dialogo a livello della fede e non delle litigate da galline da pollaio.
Non so se la FSSPX tornerà in comunione con Roma ma nel mio caso la strada è segnalata.
Sono con loro e non con le galline.

sam ha detto...

@fabio
Perchè ci sia ravvedimento dev'esserci il pentimento e l'accusa del proprio peccato. Finora non se ne è vista ombra.

Tutti dicono che bella la lettera del Santo Padre, ma allora dove sono finiti tutti quelli di cui la lettera parla che hanno pensato di colpirlo "con un'ostilità pronta all'attacco", quelli che gli hanno tolto "il diritto alla tolleranza", "con odio", "senza timore e riserbo"?
Io sono pronta ad andare a baciare i piedi al primo vescovo che facesse un vero e sincero atto di pentimento per il dolore inferto al Santo Padre, in pensieri, parole, opere ed omissioni, e invece tutte queste educate e diplomatiche letterine di circostanza, che citano la "carità", ma in nessun modo la manifestano, sono solo nuove frustate e aceto bruciante sulle ferite del Cuore di Cristo.
Che distanza abissale tra Papa Benedetto XVI, Joseph Ratzinger, e tutti questi vescovi!
"Quanto il cielo sovrasta la terra, tanto le mie vie sovrastano le vostre vie, i miei pensieri sovrastano i vostri pensieri." Is 55,9

Raffaella ha detto...

Non posso che concordare con Sam.
La lettera e' indirizzata ai vescovi in comunione con il Santo Padre non ai vescovi consacrati da Mons. Lefebvre.
Un atto di umilta' imporrebbe ai diplomatici di prenderne atto.
R.

euge ha detto...

Un tantino discolo ??????????

FATEMI TACERE!

fabio ha detto...

Non pensavo ai lefebvriani ma a tanti vescovi e prelati saccenti che si ritengono illuminati e progressisti... ma che invece distruggono la Chiesa.

Anonimo ha detto...

Un motto siciliano dice:
" Dpu ca S. Antaita a rubaru ci ficiru i porti i fierro"
Traduco: Dopo il furto di Agata furono fatte le porte in ferro. Infatti dove è custodito il crpo della martire ci sono ben due grosse cancellate in ferro.
Così sono le risposte degli episcopat: tedesco, svizzero, austriaco, francese.

Che schfooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo! magari tornasse >robespierre per questi. vedrete che si schriererebbero dalla parte dei giacobini.....A morte il papa.................

Le loro lacrime sono senza sentimento, ma di messa in scena, assomigliano a quelle di Erode e di Nerone .
Mi dispiace che non legggeranno mai le nostre risposte.

Anonimo ha detto...

Magari le leggessero.......

Anonimo ha detto...

Si stanno scavando la fossa da soli.

Antonio

Caterina63 ha detto...

Euge....eh! siamo in Venerdì di Quaresima eh! ^___^

Bellissima la riflessione di "anonimo del pollaio" (piacere io sono un pecora dell'Ovile ^__^)

ieri leggevo un commento di un giornalista che diceva: " POSSIAMO IMMAGINARE LA RISPOSTA DEI LEFEBVRIANI AI QUALI QUESTA LETTERA NON PIACERA'"
....dimostrando così tutta la loro ignoranza perchè mons. Fellay è da gennaio che ribadisce il concetto che la revoca NON CANCELLAVA LA LORO POSIZIONE e che con la revoca invece SI APRIVA LA STRADA DEL CONFRONTO VERO E DOTTRINALE che essi stessi chiedono da anni ma che a causa della scomunica NON si poteva affrontare ^__^

..certo che sono grati al Papa di questa Lettera, perchè qui è messo nero su bianco ciò che ci si attende ora da TUTTI....non una accettazione del Concilio SENZA DISCUSSIONI ma LA DISCUSSIONE DOTTRINALE vera e propria....come ai bei vecchi tempi di san Tommaso d'Aquino o dei Padri della Chiesa contro l'arianesimo....
^__^

gianni ha detto...

Questi vescovi!!! Spero che non sia proprio come sembra… Sarebbe troppo deludente!
In queste lettere sento molte dimostrazioni di... ambiguità, invece che di autentico affetto e di fedeltà.
Questi vescovi avevano proprio bisogno di leggere questa splendida lettera (che sarà costata lacrime e sangue!) per sapere le motivazioni che avevano spinto il Santo Padre verso la remissione della scomunica ai Lefèbvriani?
Non lo conoscono abbastanza nella sua profondità, mitezza, intelligenza, amore per la Verità e per la Chiesa? Hanno dubitato di Lui, della sua fede e della sua sapienza?
Oppure non conoscono abbastanza i contenuti della loro fede? le regole canoniche di Santa Romana Chiesa? Hanno bisogno di corsi di recupero?
Oppure sono prevenuti, diffidenti, ciechi, sordi, ideologizzati ? Perché non hanno capito prima?
In fondo, da un punto di vista ecclesiale, questa lettera, riguardo ai contenuti non dice niente di così nuovo, niente più di quello che loro dovevano già sapere. Adesso, invece, improvvisamente, dopo aver letto, si sentono... illuminati, confermati nella fede. Adesso... solo adesso, a quanto pare, "vedono e credono"!!!!
Tutti Tommaso?
o Lutero?
o don Abbondio?

mariateresa ha detto...

l'ultima che hai detto, Gianni.

Anonimo ha detto...

Avrei voglia di sfogarmi ma dico una sola parola:

IPOCRITI!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Quando si condanna un sacerdote (Vagner) perchè ha parlato male della storia dei folletti (Harry Potter) e dell'uragano Katarina e si continua a difendere il decano di Linz che della perpetua è il convvente con tanto di prole e che in pratica fa i propri porci comodi allora scusatemi il cardinale di Vienna ha proprio una faccia da c..o ancora a mostrarsi fedele al papa.
Queste balle li racconti ai suoi austriaci non ai fedeli cattolici mediterranei.