lunedì 9 febbraio 2009

Finalmente anche le agenzie di stampa italiane si svegliano: Williamson rimosso. Che c'entra la Merkel?


Vedi anche:

Williamson fuori da seminario (Tgcom)

La Nation: Mons. Williamson rimosso dal suo incarico. Lo ha reso noto Padre Bouchacourt, superiore dei Lefebvriani nell'America del Sud

LEFEBVRIANI: MONS. WILLIAMSON E' STATO RIMOSSO DAL SUO INCARICO

Il Papa in Medio Oriente andrà in una moschea e al museo della Shoah (Tornielli)

Eluana, Bertone telefona a Napolitano: non vogliamo interferire (Conte). Cossiga critica l'Osservatore Romano: "tiepido"

Benedetto XVI all'Angelus: prego per tutti i malati, specie per coloro che non possono provvedere a se stessi (Radio Vaticana)

Chi in curia alimenta il fuoco mediatico contro il Papa? Risponde Damian Thompson

Giovedì 12 febbraio il Papa incontrerà gli ebrei Usa

Voci su una imminente sostituzione di Mons. Williamson

La Nacion: al seminario di La Reja già si pensa al successore di Mons. Williamson. Forse Mons. de Galarreta?

Telefonata tra il Papa e la Merkel dopo le accuse infondate del Cancelliere

Il Papa: "Solo la riconciliazione con Dio può donarci la vera guarigione, la vera vita, perché una vita senza amore e senza verità non sarebbe vita" (Angelus)

Il Papa: Preghiamo per malati gravi che dipendono da cure altrui

La Merkel si piega e chiede un colloquio con il Santo Padre

I Lefebvriani: la campagna mediatica non allontani il dialogo teologico (Izzo)

Appello di sostegno al Santo Padre da sito semiufficiale austro-tedesco

Anticipazioni: Williamson non è più rettore del seminario. I vescovi tedeschi in fibrillazione

Williamson: «Ritratterò solo di fronte a nuove prove» (Cremonesi). Viaggio del Papa in Israele? Mah...

Più segnali positivi dai Lefebvriani

I vescovi tedeschi chiedono al Papa di "riscomunicare" Williamson. Wao...ecco la soluzione di tutto!

Povera Chiesa...povera la mia Chiesa! Ma questa è ancora la mia Chiesa? Riflessione

Il portavoce dei Lefebvriani, Abbé Alain Lorans: "La posta in gioco è dottrinale"

La questione Williamson potrà avere anche effetti positivi?

ESPLOSIVO ARTICOLO DE "IL FOGLIO": ECCO I NOMI ED I COGNOMI DELLA FRONDA ANTI RATZINGER

Padre Gemmingen (Radio Vaticana tedesca) getta la maschera: "In atto ondata di abbandoni Chiesa". La Santa Sede reagisca!

Vescovi che si sentono signorotti feudali: il cardinale di Manila vieta di fatto l'applicazione del motu proprio "Summorum Pontificum"

A che gioco sta giocando il gesuita E. von Gemmingen, responsabile della sezione tedesca della Radio Vaticana?

Vescovo negazionista, un complotto contro il Papa: ricostruzione incontestabile di Tornielli. Un dossier circola nei Sacri Palazzi

I problemi nascono perchè a Benedetto XVI manca un collaboratore: il "Ratzinger di Ratzinger"

BENEDETTO XVI REVOCA LA SCOMUNICA AI VESCOVI LEFEBVRIANI: LO SPECIALE DEL BLOG

LEFEBVRIANI: WILLIAMSON RIMOSSO DA DIREZIONE SEMINARIO

Monsignor Richard Williamson, il vescovo di origini britanniche che ha suscitato un vespaio per aver negato la Shoah, e' stato rimosso dalla direzione del seminario 'La Reja', alle porte di Buenos Aires: lo ha ufficialmente confermato padre Christian Bouchacourt, superiore del Capitolo Latino-Americano della Societa' Cattolica 'Fraternita' Sacerdotale di San Pio X', la comunita'ultra-tradizionalista fondata nel 1970 dal defunto arcivescovo francese Marcel Lefebvre.
"Le affermazioni di monsignor Williamson non riflettono in alcun modo la posizione della nostra congregazione", taglia corto padre Bouchacourt in un comunicato.
Il discusso prelato britannico non avrebbe dunque lasciato l'incarico spontaneamente, ma sarebbe stato necessario un atto di autorita' per arrivare a tale risultato.
Non e' da escludere che anche questa sia una conseguenza del colloquio distensivo intercorso appena tra Benedetto XVI e il cancelliere tedesco Angela Merkel, la quale aveva criticato il Papa suo connazionale per aver di recente revocato la scomunica a quattro vescovi lefebvriani, compreso lo stesso Williamson.

Repubblica online

Che cosa c'entra il colloquio fra il Papa e la Merkel con questa decisione? Mah!
R.

10 commenti:

Lapis ha detto...

Dunque è tutto merito della Merkel, ovviamente, che ha insegnato la lezione a quello sprovveduto del Papa... Ma dico, con tutti i posti che ci sono al mondo, proprio in Germania e in Israele dovevano essere fissati i prossimi viaggi del Papa? Capisco che una è casa sua e ci ritorni volentieri, che l'altro sia la Terra Santa e che il cuore di un cristiano non possa non accarezzare il desiderio di inginocchiarsi nei luoghi dove ha vissuto Nostro Signore, ma per come stanno le cose adesso verrebbe proprio voglia di applicare alla lettera l'invito evangelico a scuotere la polvere da sotto i piedi in certi luoghi!
Benedetto XVI è veramente un santo!

Raffaella ha detto...

Concordo, bollo e sottoscrivo!
R.

Anonimo ha detto...

Come avevo predetto le anime belle rivoltano sempre le frittate. Il primo viaggio sarà in Africa, dove i problemi sono veri e non fisime dei media. Prevedo che l'argomento principale saranno i preservativi... Saluti, Eufemia

sam ha detto...

Innanzitutto Wiliamson è stato espulso dal seminario dai Lefebvriani e non dal Santo Padre perchè vescovo e seminario non sono ancora cattolici e quindi non ricadono sotto la sua giurisdizione.
Per noi che seguiamo giorno per giorno la vicenda, l'inserimento della Merkel è una tale corbelleria senza capo, nè coda. Ma per chi non sa niente si continua a cercare di confondere le idee.
Sembra che Benedetto XVI prenda ordini dalla Merkel.
La verità è flagellata.

Anonimo ha detto...

E' che i giornalisti e i politici sono della stessa pasta:magnano tutti e due col "consenso" del popolo-bue,ERGO si fanno simpatia a vicenda.CHE SCHIFO!!!

Anonimo ha detto...

Si cerca artatamente di attribuire al Santo Padre un errore che non ha commesso e di far passare la Merkel per colei che lo sta facendo ricredere. Intanto, mi pare che il governo della Kanzellerin stia perdendo i pezzi. Dalla Germania e dalla Svizzera giungono notizie un improvviso incremento dell'emorragia di fedeli che, sia detto per inciso, dura da decenni, attribuendone la causa alla decisione papale e non all'inettitidine colposa e all'atteggiamento filoprotestante dei vescovi e cardinali locali. Forza, Santo Padre applichi la cura Billot!
Alessia

Anonimo ha detto...

La cura Billot la sta applicando la conferenza episcopale tedesca. Dopo essersi appiattita sui media, adesso scopre che le scomuniche possono tornare utili e ha dichiarato il sito internet kreuz net non cattolico: meglio quelli che si ritirano dal versamento della imposta ecclesiale, che quelli non allineati al pensiero unico. L'altra rete filopapale, Kath net, è in parte finanziata dalla diocesi austrica di Linz. Saluti, Eufemia
http://www.kath.net/detail.php?id=22072

Raffaella ha detto...

Siamo veramente al ridicolo!
R.

euge ha detto...

Ma amici cari la fonte della notizia è Repubblica che cosa vi aspettavate? Forse a questi signori bisognerebbe fa rileggere accuratamente, il comunicato della Santa Sede dove, se non sbaglio, si dice che il colloquio distensivo di cui si parla, è stato richiesto dalla cancelliera!!!!!
NON PRENDIAMOCI IN GIRO! e soprattutto, evitiamo di rivoltare le frittate è un operazione pericolosa molte folte infatti, la frittata ricade sulla testa da chi ha tentato di girarla.
Sono d'accordo comunque, con anonimo e sulla definizione che da della stampa e di coloro che la seguono senza far ragionare la propria meteria grigia.

Kreuz.net ha detto...

Eufemia ha menzionato una vicenda che avrei voluto segnalarle qui io... :)

Però: il portavoce (laico made in ZdK) della Conferenza Episcopale tedesca ha dovuto ammettere a denti stretti che, essendo basato su un server negli Stati Uniti, contro Kreuz.net poco o niente si può fare (ma intanto lui stesso gli ha fatto una gran pubblicità involontaria, più che altro..)


Tutta 'sta vicenda si sta rivelando sempre più una grande, esemplare parabola della ...eterogenesi dei fini. ;)