sabato 7 febbraio 2009

Padre Gemmingen (Radio Vaticana tedesca) getta la maschera: "In atto ondata di abbandoni Chiesa". La Santa Sede reagisca!


Vedi anche:

Germania a nudo! Non è affatto vero che la maggioranza dei Tedeschi è schierata contro il Papa. Leggere per credere...

La Chiesa afferma "l'assoluta e suprema dignità di ogni vita umana": così il Papa nel Messaggio per la Giornata mondiale del malato (Radio Vaticana)

Richard Williamson non ritratta, almeno non per ora, le sue dichiarazioni

Il Papa: "La vita umana è bella e va vissuta in pienezza anche quando è debole ed avvolta dal mistero della sofferenza" (Messaggio per la Giornata del malato)

Card. Ruini su Eluana: «E' un omicidio, quel decreto è un dovere. Williamson? La Santa Sede ha già risposto» (Cazzullo)

Appello di sostegno al Santo Padre da sito semiufficiale austro-tedesco

Benedetto XVI: "Vita umana ha dignità, anche nella sofferenza"

Attenzione al trappolone mediatico: l'eventuale ordinazione di sacerdoti da parte di Mons. Fellay non inciderà sulla revoca della scomunica

Vescovi che si sentono signorotti feudali: il cardinale di Manila vieta di fatto l'applicazione del motu proprio "Summorum Pontificum"

Il cardinale Castrillón Hoyos nell'occhio del ciclone: duro intervento di Rorate Caeli sull'intervista di Lombardi a "La Croix" (traduzione italiana)

I lefebvriani espellono il prete che nega l’Olocausto (Tornielli)

A che gioco sta giocando il gesuita E. von Gemmingen, responsabile della sezione tedesca della Radio Vaticana?

Comizio di Kung contro il Papa su raitre

Lefebvriani italiani: espulso prete negazionista. "Don Floriano non esprime le nostre posizioni"

L'aperto, progressista, bravo, buon Kung intima al Papa di revocare la revoca della scomunica e lo fa dagli schermi della rai (e io pago!)

Lefebvriani, il vescovo Kock (Svizzera) scrive una lettera aperta ai Cattolici chiedendosi se il prezzo da pagare per l'unità non sia troppo alto

Una preghiera per Eluana...quella tosse squassa le prime coscienze

Traduzione in italiano dell'intervista di La Croix a Padre Lombardi

Revoca della scomunica ai Lefebvriani, vescovi polacchi: dal Papa un atto di grande coraggio (Deo Gratias!)

Shoah, Lefebvriani francesi: La Fraternità San Pio X condanna con fermezza ogni forma di odio nei confronti degli ebrei

Zollitsch annuncia che nel 2010 il Papa si recherà in Germania e, già che c'è, ne approfitta per dargli un altro schiaffo

La Santa Sede mai così veloce: nessuna telefonata fra Bertone e Berlusconi. Magari si fosse usato lo stesso metro nei giorni scorsi...

A proposito di Eluana e di Igor (di Don Francesco)

Le radici giudaico cristiane nella teologia secondo Benedetto XVI (Crippa)

Appello dei Cattolici tedeschi a sostenere il Papa

La drammatica invocazione del Papa che chiede a noi fedeli ed ai PASTORI l'impegno a sostenere la sua delicata e gravosa missione

Quando la realtà supera la fantasia: i Protestanti intimano al Papa di rispettare un Concilio cattolico

Quando Papa Wojtyla esortò il cardinal Ratzinger a ricucire con Lefebvre in nome del Concilio (Bordero)

Forse è il caso di ricordare ai cardinali il significato della loro veste color porpora...

Ecco la notizia che volevamo leggere! I Preti tedeschi: i nostri Vescovi non lo difendono, ma noi sosteniamo il Papa

Gli ebrei tedeschi pretendono che il Vaticano tronchi ogni dialogo con i Lefebvriani. Non è ora di smetterla di intromettersi?

Perché Wojtyla non può fare a meno di Ratzinger il duro (articolo di Paolo Francia del 7 gennaio 2002)

Vescovo negazionista, un complotto contro il Papa: ricostruzione incontestabile di Tornielli. Un dossier circola nei Sacri Palazzi

I problemi nascono perchè a Benedetto XVI manca un collaboratore: il "Ratzinger di Ratzinger"

Magister sul disastro vaticano: la solitudine di Papa Benedetto, l'inettitudine della curia e i colpi a vuoto della segreteria di stato

BENEDETTO XVI REVOCA LA SCOMUNICA AI VESCOVI LEFEBVRIANI: LO SPECIALE DEL BLOG

Lefebvriani/ Padre Gemmingen: In atto ondata di abbandoni Chiesa

Direttore tedesco Radio Vaticana: "danneggiato" rapporto col Papa

Berlino, 7 feb. (Apcom)

In Germania sempre più fedeli tagliano i ponti con la chiesa cattolica, a causa delle polemiche sulla riabilitazione del vescovo negazionista Richard Williamson. "L'ondata di abbandoni è iniziata", ha detto al quotidiano Passauer Neue Presse il direttore della redazione tedesca di Radio Vaticana, Eberhard von Gemmingen. In Germania, Austria e Svizzera i cittadini possono uscire dalla chiesa cattolica, presentando un'apposita domanda presso una pretura o un ufficio anagrafico. "In altri Paesi questo non è possibile, in quanto non si può annullare il battesimo", ha ricordato Gemmingen.
Il rapporto di fiducia tra i cattolici tedeschi e il "loro" papa è "un po' danneggiato", ha aggiunto il sacerdote, secondo il quale il viaggio di Benedetto XVI in Germania, atteso il prossimo anno, potrebbe migliorare la situazione. Diverso il caso della visita in Israele che, secondo Gemmingen, resta una questione aperta.
Il sacerdote ha poi mosso delle critiche al Vaticano. "Non si tratta soltanto di problemi di comunicazione, ma anche di organizzazione", ha spiegato, riferendosi alle polemiche innescate dalla riabilitazione dei vescovi lefebvriani. "Bisogna informare meglio e decidere insieme", ha concluso.

© Copyright Apcom

Inconcepibile che il responsabile della sezione tedesca di Radio Vaticana rilasci un'intervista del genere dopo avere osato parlare di possibili dimissioni del Papa.
Mi aspetto una presa di posizione dura, drastisca ed immediata da parte di Radio Vaticana e della Santa Sede.
Basta scandalizzare i semplici!
Ondata di abbandoni? Ma non scherziamo! Se davvero fosse cosi' e' tempo che i vescovi facciano mea culpa, mea maxima culpa!
.
R.

23 commenti:

mariateresa ha detto...

mi sembra evidente che si vuole mandare il Papa a casa. E le serpi sono anche in Vaticano. Più chiara di così.
A questo linciaggio non ci sto.
L'uomo si è manifestato nella sua scorrettezza. Voglio vedere cosa succede e vorrei anche sapere cosa succede veramente in Germania.

euge ha detto...

Adesso BASTA!!!!!!! Con queste sortite al vetriolo e soprattutto, BASTA con questi signori che per grazia ricevuta ricoprono posti delicati che non sanno gestire.
E' inammissibile che si lascino passare certe dichiarazioni con questa semplicità ed indifferenza.
La Santa Sede provveda a sollevare dall'incarico chi com in questo caso getta fumo negli occhi di tutti coloro che credono, stimano, seguono ed amano Benedetto XVI.
VERGOGNA!

mariateresa ha detto...

persino dal male può venire il bene perchè adesso tutti i veli sono caduti. Quanti come Gemmingen ci sono che remano contro contro ogni deontologia e lealtà?
Auguro un generale "venir giù di bocca".

mariateresa ha detto...

vi dico che qui si va a una conta generale
Anche sul caso Englaro
http://www.adnkronos.com/IGN/Cronaca/?id=3.0.2991577308

Sto scherzando ma non del tutto.
Per i cattolici progressisti questa vicenda è come la piaga d'Egitto descritta da Giobbe Covatta, la carta igienica sostituita dalla carta vetrata.

euge ha detto...

cara mariateresa sono soprattutto in vaticano e secondo me proprio in posti delicatissimi che come abbiamo visto, se mal gestiti, innescano degli ordigni con una deflagrazione dagli effetti devastanti.
Che dire? Non lo sò
Quello che stiamo vivendo con il Santo padre è un incubo che spero quanto prima, sia squarciato dalle parole e dal sorriso del nostro Pontefice.

mariateresa ha detto...

Su questa faccenda dell'esodo silenzioso dei cattolici si può intervenire in tanti modi e anche intelligenti.Quello che non si può fare è giocare di nuovo a scarabeo.
Che la vicenda sarebbe stata indolore nessuno si faceva illusioni, ma permettere propaganda e disfattismo, no.
Ora mi spiego perchè Tom Reese era così cauto nel suo articolo. Se la Chiesa va a radicchi , la sinistra ecclesiale cosiddetta che ci sta a fare? a sinistra di che?
E Kung, l'ospizio lo abbia in gloria, ci ha dato oggi una misura del suo pensiero: il papa deve essere come Obama. Avete capito?
E' questo che gli interessa: il peana dei media, sennò gambe...

Raffaella ha detto...

Perche' i fedeli cattolici lasciano la Chiesa ammesso che sia vero?
I vescovi tedeschi si sono schierati contro il Papa e allora che problema c'e'?
Come mai se ne vanno?
Non scherziamo con il fuoco perche'...brucia!
R.

Anonimo ha detto...

Che schifo!
Santità,grazie a lei si è rivelato questo cancro maligno che pervade la Chiesa di Cristo da anni e di cui si era accorto già Paolo VI parlando di "fumo di Satana" e di pensiero non cattolico all'interno della Chiesa.
Ora però è giunto il momento di eliminare questo abominio,anche a costo di divisioni.
Saranno infatti solo perdite formali perchè già da tempo molte persone(sopratutto fra il clero) non sono di fatto all'interno della Chiesa!
Antonio

Lapis ha detto...

stavo per scrivere la stessa cosa che ha detto mariateresa nel suo secondo commento. Ormai era nell'aria questo discorso del voler far dimettere Benedetto XVI e avevo letto una dichiarazione del genere anche da parte di un teologo tedesco (se ritrovo il sito ti mando il link via mail, lella). Sono quasi contenta che l'abbiano detto chiaro e tondo, perché almeno sappiamo con chi abbiamo a che fare.
Per quello che vale, visto che sono solo una semplice fedele, non posso far altro che attrezzarmi per essere ben lontana dal coro che griderà "Barabba". E recitare il Santo Rosario per il nostro Papa.

mariateresa ha detto...

i vescovi, Raffaella e tutti i media, a parte le eccezioni che ci segnalava Eufemia. E' un miracolo se qualcuno ancora ragiona con la propria testa. Ora Kung fa le sue interviste, Questo Gemmingen fa lo zelante e non si vede chiaro il gioco sporco?
Io dico, scusate la sincerità , meglio così.
Guardiamoci nelle palle degli occhi e chi gli attributi li ha li tiri fuori.
Io non ci sto a partecipare alle Idi di Marzo.

gianni ha detto...

Padre Gemmingen ha la lingua che è più grande della testa. Andrebbe allontanato subito. Non so però se al Santo Padre conviene! Se lo facesse, andrebbe a confermare il ritratto che questo gesuita e tanti altri, ad arte, gli hanno dipinto addosso.
Lascerei passare qualche tempo poi promuoverei lui e tutti i suoi vari compari, uno a uno, al ruolo di abati, vediamo dove… in un eremo in cima all’Everest, in cima al Bianco….
Le montagne (sopra i 4.500 almeno) sono tante!!!!

mariateresa ha detto...

caro Gianni, in tempi normali, sì.
Ma questi non sono tempi normali. Quindi il signor Gemmingen andrebbe (e non solo lui) preso per il cravattino e mandato a infilare rosari in Patagonia.
Non sono chiari i contornireali di questa faccenda. Io mi aspetto di tutto.
Se il santo Padre non fosse in salute, col cavolo che parlerebbero così. Questo Pontefice doveva solo curare una transizione o al massimo scrivere libri (criticati da Gerusalemme) o encicliche generiche.
Nel momento in cui ha mostrato inequivocabilemete che ha una sua strategia, si sono scatenati i diavoli dell'inferno.Solo da disabile avrebbero potuto tollerarlo, come GPII. Da sano e pensante, no.

sam ha detto...

A me piace che si faccia chiarezza. I nemici è meglio averli fuori che dentro.
Fiat Lux.
"Non li temete dunque, poiché non v'è nulla di nascosto che non debba essere svelato, e di segreto che non debba essere manifestato." Mt 10,26
"Non c'è nulla di nascosto che non debba essere manifestato, nulla di segreto che non debba essere conosciuto e venire in piena luce. Fate attenzione dunque a come ascoltate; perché a chi ha sarà dato, ma a chi non ha sarà tolto anche ciò che crede di avere".
Lc 8, 17-18

"Tutte queste cose che vengono apertamente condannate sono rivelate dalla luce, perché tutto quello che si manifesta è luce. Per questo sta scritto:
«Svègliati, o tu che dormi,
dèstati dai morti
e Cristo ti illuminerà».
Vigilate dunque attentamente sulla vostra condotta, comportandovi non da stolti, ma da uomini saggi; profittando del tempo presente, perché i giorni sono cattivi."
Ef 5,14-16

euge ha detto...

come hai ragione mariateresa.

sam ha detto...

Mariateresa ha scritto - E Kung, l'ospizio lo abbia in gloria, ci ha dato oggi una misura del suo pensiero: il papa deve essere come Obama. Avete capito? -
...

Leggete un po' qui:
"Un metodo efficace negli aborti dalla sedicesima settimana alla nascita, vietato dalla legge italiana, è quello della nascita parziale. Esso consiste nell'estrazione parziale del feto dall'utero attraverso l'uso di una pinza, che permette l'avvicinamento del cranio alla cervice e lo svuotamento del medesimo attraverso l'introduzione in esso di una canula aspiratrice.
Lo svuotamento del cranio si rende necessario per permetterne il passaggio agevole attraverso la cervice.Questa metodologia è stata oggetto di un'intensa discussione negli Stati Uniti dove, completamente legale in precedenza, se ne è ristretta nel 2003 la possibilità di utilizzo solo ai casi in cui sia in serio pericolo la vita della madre. Con l'elezione di Barack Obama la pratica è tornata ad essere autorizzata." Wikipedia

Ho messo questa fonte perchè non cattolica, ma se guardate sui siti cattolici americani ci sono immagini raccapriccianti.
E poi dicono dei nazisti!
Lo dico per quei "cattolici" che hanno fatto di Obama un nuovo messia.
Per noi altri, preghiamo, preghiamo, preghiamo.
Venga il Tuo Regno Signore.
Misericordia e Giustizia si baceranno.

Anonimo ha detto...

La domenica mattina, su radio radicale c'è un'eccellente rassegna stampa vaticana condotta da Giuseppe Di Leo. Sarebbe il caso che le radio cattoliche, non oso sperare quella Vaticana, tenessero una rubrica di controinformazione, come fa la nostra Raffaella, tenuta da vaticanisti/e in gamba (qualcuno ce n'è)Saluti, Eufemia

Syriacus ha detto...

Come l'ineffabile Eufemia potrà confermare, la Germania, benchè a maggioranza protestante, è uno fra i massimi contribuenti al Vaticano (su più di un miliardo di cattolici al mondo!) , in termini finanziari. Con le uscite dalla Chiesa (kirchenaustritte), diminuiscono proporzionalmente le "Kirchensteuer", ovvero le tasse alla chiesa, che vanno in forzieri dei vescovi tedeschi , e in parte a Roma, immagino. Quindi, abbiamo il paradosso del popolo (del 'Lutherland') che un tempo si rivoltò contro la Roma che costruiva chiese vendendo indulgenze, e che ora vuole ricattare impunemente Roma, negandole denaro, tipo Putin il gas all'Ucraina, per influenzarne la politica..

Anonimo ha detto...

Scusate non vorrei essere in controtendenza, ma voi ci credete veramente? eppoi come si misurano gli allontanamenti dalla Chiesa Cattolica?? dopo solo una settimana per giunta?? io conosco i tedeschi e questo è il solito problema tedesco del senso di colpa che sconfina nell'irrazionalità. La Shoah è stato un crimine terribile la materializzazione del male, ma la via della riconciliazione è possibile e il Papa è il primo a mostrarne la via. Tutto il resto comprese le dichiarazioni di Padre Gemmingen è isterismo mediatico, informazioni non supportate dai fatti una baraonda attraverso la quale evidentemente la Chiesa di oggi deve passare per uscirne rafforzata. Preghiamo per il Papa e per i (molti) vescovi con Lui allineati e per gli splendidi sacerdoti fedeli alla propria missione. Solo perché il bene fa poco rumore non vuol dire che non esista e che non sia ben radicato e ben strutturato. E rimaniamo fiduciosi: Qualcuno ci ha promesso che le tenebre non prevarranno e state certi che sapeva quello che diceva!

Anonimo ha detto...

Che ne dite di questo:
http://www.radiovaticana.org/it1/img/et_cx_tc14.gif
e di quest'altro:

http://www.diocesi.brescia.it/main/uffici_servizi_di_curia/u_dialogo_interreligioso/immagini/logo.gif

Syriacus ha detto...

MMh, solo vecchiaia??


2009-02-07 17:42
Germania: si dimette ministro Glos
Il titolare dell'Economia dice che e' vecchio, 65 anni
(ANSA) - BERLINO, 7 FEB - Il ministro tedesco dell'Economia, Michael Glos, ha presentato ufficialmente oggi le proprie dimissioni. Secondo il quotidiano Bild, Glos avrebbe fatto appello alla sua eta', 65 anni, e alla necessita' di rinnovamento in seno alla Csu - ramo bavarese della Cdu del cancelliere Angela Merkel - presentando le dimissioni con una lettera al capo del partito, Horst Seehofer.

Raffaella ha detto...

Ma tu guarda...
R.

don Marco (intossicato) ha detto...

ma chi è sto pretonzolo?
secondo me dovrebbero mettere il divieto di fumo nel clero!!!

Anonimo ha detto...

In Germania, quando Zollitsch è stato eletto presidente della conferenza episcopale tedesca invece di Marx, si è capito che alla prima occasione sarebbe scoppiata la guerra. Gemmingen non fa che ripetere, quello che da due settimane tutti esondano. Già il povero Meisner è stato costretto da tempo al silenzio e quei due o tre vescovi amici di Ratzinger non ce la fanno a rintuzzare. Nei siti e blog le cose vanno meglio, ma chi tiene i cordoni della borsa e controlla i media pensa veramente che il Papa sia come il cardinale Ruffo.Non hanno nessuna intenzione di mollare l'osso. In Francia, ormai i praticanti "vandeani" si equivalgono agli altri e i vescovi non sono in preda all'isteria, come dice Syriacus. Saluti, Eufemia