lunedì 9 febbraio 2009

Lefebvriani: Williamson, stop a guida seminario Buenos Aires


Vedi anche:

Il Papa: «Dalle malattie si può sempre guarire» (Lorenzoni)

Mons. Betori: «Nella storia di Eluana l'amore più alto e concreto è quello delle suore» (Cazzullo)

Finalmente anche le agenzie di stampa italiane si svegliano: Williamson rimosso. Che c'entra la Merkel?

Williamson fuori da seminario (Tgcom)

La Nation: Mons. Williamson rimosso dal suo incarico. Lo ha reso noto Padre Bouchacourt, superiore dei Lefebvriani nell'America del Sud

LEFEBVRIANI: MONS. WILLIAMSON E' STATO RIMOSSO DAL SUO INCARICO

Il Papa in Medio Oriente andrà in una moschea e al museo della Shoah (Tornielli)

Eluana, Bertone telefona a Napolitano: non vogliamo interferire (Conte). Cossiga critica l'Osservatore Romano: "tiepido"

Benedetto XVI all'Angelus: prego per tutti i malati, specie per coloro che non possono provvedere a se stessi (Radio Vaticana)

Chi in curia alimenta il fuoco mediatico contro il Papa? Risponde Damian Thompson

Giovedì 12 febbraio il Papa incontrerà gli ebrei Usa

Voci su una imminente sostituzione di Mons. Williamson

La Nacion: al seminario di La Reja già si pensa al successore di Mons. Williamson. Forse Mons. de Galarreta?

Telefonata tra il Papa e la Merkel dopo le accuse infondate del Cancelliere

Il Papa: "Solo la riconciliazione con Dio può donarci la vera guarigione, la vera vita, perché una vita senza amore e senza verità non sarebbe vita" (Angelus)

Il Papa: Preghiamo per malati gravi che dipendono da cure altrui

La Merkel si piega e chiede un colloquio con il Santo Padre

I Lefebvriani: la campagna mediatica non allontani il dialogo teologico (Izzo)

Appello di sostegno al Santo Padre da sito semiufficiale austro-tedesco

Anticipazioni: Williamson non è più rettore del seminario. I vescovi tedeschi in fibrillazione

Williamson: «Ritratterò solo di fronte a nuove prove» (Cremonesi). Viaggio del Papa in Israele? Mah...

Più segnali positivi dai Lefebvriani

I vescovi tedeschi chiedono al Papa di "riscomunicare" Williamson. Wao...ecco la soluzione di tutto!

Povera Chiesa...povera la mia Chiesa! Ma questa è ancora la mia Chiesa? Riflessione

Il portavoce dei Lefebvriani, Abbé Alain Lorans: "La posta in gioco è dottrinale"

La questione Williamson potrà avere anche effetti positivi?

ESPLOSIVO ARTICOLO DE "IL FOGLIO": ECCO I NOMI ED I COGNOMI DELLA FRONDA ANTI RATZINGER

Padre Gemmingen (Radio Vaticana tedesca) getta la maschera: "In atto ondata di abbandoni Chiesa". La Santa Sede reagisca!

Vescovi che si sentono signorotti feudali: il cardinale di Manila vieta di fatto l'applicazione del motu proprio "Summorum Pontificum"

A che gioco sta giocando il gesuita E. von Gemmingen, responsabile della sezione tedesca della Radio Vaticana?

Vescovo negazionista, un complotto contro il Papa: ricostruzione incontestabile di Tornielli. Un dossier circola nei Sacri Palazzi

I problemi nascono perchè a Benedetto XVI manca un collaboratore: il "Ratzinger di Ratzinger"

BENEDETTO XVI REVOCA LA SCOMUNICA AI VESCOVI LEFEBVRIANI: LO SPECIALE DEL BLOG

Lefebvriani: Williamson, stop a guida seminario B. Aires

BUENOS AIRES

La decisione era nell'aria ormai da qualche giorno e rappresenta l'ultimo capitolo delle accese polemiche che in questi giorni hanno visto al centro il movimento lefebvriano: Richard Williamson l'ultra tradizionalista vescovo che ha negato l'Olocausto, è stato sostituito alla guida del seminario che dirige dal 2003 a La Reja, una cinquantina di chilometri dal centro di Buenos Aires. A rendere noto l'allontanamento del vescovo negazionista è stato padre Christian Bouchacourt, responsabile per l'America Latina della Fratenità San Pio X, alla quale appartiene Williamson, che ormai da anni vive, tra un viaggio e l'altro, in Argentina, da sempre uno dei paesi del mondo dove i lefebvriani sono più presenti.

Un vescovo cattolico può parlare "con autorità ecclesiastica" solo su materie riguardanti "la fede e la morale", ha detto in un comunicato reso noto dall'agenzia Don Bouchacourt, precisando che le "affermazioni" di Williamson "non riflettono in modo alcuno la posizione" della congregazione. Bouchacourt ha inoltre respinto "con tristezza" le accuse lanciate negli ultimi tempi contro la stessa congregazione "al fine di screditarla", ha precisato.

Che a La Reja (dove Williamson si era rinchiuso ormai da qualche settimana) le cose si stessero muovendo si era capito chiaramente nel corso del fine settimana. Nella magnifica struttura che i lefebvriani hanno a Buenos Aires (una chiesa e il seminario di 'Nuestra Senora Corredentora', immersi in una sorta di 'tenuta' in mezzo ad un grande parco) nelle ultime ore c'era infatti stato un via vai di sacerdoti. Sembrava essere vicino un annuncio, e infatti ambienti lefebvriani citati dal quotidiano La Nacion avevano riferito sulla possibilità di una rimozione, di fatto, di Williamson. Il giornale aveva riferito anche il nome del probabile successore, e cioé lo spagnolo Alfonso de Galarreta, uno dei quattro vescovi ordinati nel 1988 da Marcel Lefebvre.

© Copyright SDA-ATS

Era gia' nell'aria da qualche giorno...giusto!
Quindi, cari giornaloni, lasciamo la Merkel alle prese con la crisi sorta dopo le dimissioni del ministro dell'economia.
Trattasi di un pezzo grosso...bavarese
:-)
R.

3 commenti:

Looking for Richard ha detto...

Raffa, vai subito su Cathcon e vedrai che le domande/risposte dello Spiegel a Williamson sono già lì, tradotte in inglese. Per quanto i toni e non solo siano discutibili, le anticipazioni dei giorni scorsi (e tutto quello che ci hanno ricamato attorno) sono state solo grosse distorsioni..

In ogni caso, mi par di capire che il sessantanovennne e amareggiato a sufficienza Williamson, non intenda fare ulteriori danni, tipo sotto-scismi e ulteriori sparate assortite.


La mia sintetica opinione sulle sue parole sull'olocausto:

1) se avesse 'abiurato' seduta stante, sarebbe parso

a)fintamente ravveduto , per le anime belle
b)un 'venduto' alle 'lobbies' etc.. , per i suoi fedelissimi e non solo ;

2) Rispondendo così, ha fatto la scelta meno tatticamente zuccherosa, ma più strategicamente machiavellica, nella 'giusta' direzione, per lui , la Fraternità, i tradizionalisti meno moderati.

Anonimo ha detto...

Almeno Repubblica è dichiarata, ma dagli amici come si fa a guardarsi?
Ammesso e concesso che molti in buona fede abbiamo temuto una sconfessione totale (?!) del Concilio Vaticano II, e che il decreto andava spiegato meglio, ma non sanno che fare altro che aiutare per la discesa? Saluti, Eufemia

Raffaella ha detto...

Grazie della dritta :-)
R.