lunedì 9 febbraio 2009

Mons. Fellay ha rimosso Mons. Williamson il 31 gennaio scorso: nota ufficiale


Vedi anche:

Il Papa all'ambasciore del Brasile: Pace e giustizia sociale sono le priorità (Sir)

La traduzione in italiano dell'intervista di Williamson a Spiegel (Messainlatino)

L'intervista di Williamson al quotidiano tedesco Spiegel (traduzione in inglese)

L'Angelus di Benedetto XVI: Gli uomini, la sofferenza e la malattia (Sir)

Lefebvriani: Williamson, stop a guida seminario Buenos Aires

Il Papa: «Dalle malattie si può sempre guarire» (Lorenzoni)

Mons. Betori: «Nella storia di Eluana l'amore più alto e concreto è quello delle suore» (Cazzullo)

Finalmente anche le agenzie di stampa italiane si svegliano: Williamson rimosso. Che c'entra la Merkel?

Williamson fuori da seminario (Tgcom)

La Nation: Mons. Williamson rimosso dal suo incarico. Lo ha reso noto Padre Bouchacourt, superiore dei Lefebvriani nell'America del Sud

LEFEBVRIANI: MONS. WILLIAMSON E' STATO RIMOSSO DAL SUO INCARICO

Il Papa in Medio Oriente andrà in una moschea e al museo della Shoah (Tornielli)

Eluana, Bertone telefona a Napolitano: non vogliamo interferire (Conte). Cossiga critica l'Osservatore Romano: "tiepido"

Benedetto XVI all'Angelus: prego per tutti i malati, specie per coloro che non possono provvedere a se stessi (Radio Vaticana)

Chi in curia alimenta il fuoco mediatico contro il Papa? Risponde Damian Thompson

Giovedì 12 febbraio il Papa incontrerà gli ebrei Usa

Voci su una imminente sostituzione di Mons. Williamson

La Nacion: al seminario di La Reja già si pensa al successore di Mons. Williamson. Forse Mons. de Galarreta?

Telefonata tra il Papa e la Merkel dopo le accuse infondate del Cancelliere

Il Papa: "Solo la riconciliazione con Dio può donarci la vera guarigione, la vera vita, perché una vita senza amore e senza verità non sarebbe vita" (Angelus)

Il Papa: Preghiamo per malati gravi che dipendono da cure altrui

La Merkel si piega e chiede un colloquio con il Santo Padre

I Lefebvriani: la campagna mediatica non allontani il dialogo teologico (Izzo)

Appello di sostegno al Santo Padre da sito semiufficiale austro-tedesco

Anticipazioni: Williamson non è più rettore del seminario. I vescovi tedeschi in fibrillazione

Williamson: «Ritratterò solo di fronte a nuove prove» (Cremonesi). Viaggio del Papa in Israele? Mah...

Più segnali positivi dai Lefebvriani

I vescovi tedeschi chiedono al Papa di "riscomunicare" Williamson. Wao...ecco la soluzione di tutto!

Povera Chiesa...povera la mia Chiesa! Ma questa è ancora la mia Chiesa? Riflessione

Il portavoce dei Lefebvriani, Abbé Alain Lorans: "La posta in gioco è dottrinale"

La questione Williamson potrà avere anche effetti positivi?

ESPLOSIVO ARTICOLO DE "IL FOGLIO": ECCO I NOMI ED I COGNOMI DELLA FRONDA ANTI RATZINGER

Padre Gemmingen (Radio Vaticana tedesca) getta la maschera: "In atto ondata di abbandoni Chiesa". La Santa Sede reagisca!

Vescovi che si sentono signorotti feudali: il cardinale di Manila vieta di fatto l'applicazione del motu proprio "Summorum Pontificum"

A che gioco sta giocando il gesuita E. von Gemmingen, responsabile della sezione tedesca della Radio Vaticana?

Vescovo negazionista, un complotto contro il Papa: ricostruzione incontestabile di Tornielli. Un dossier circola nei Sacri Palazzi

I problemi nascono perchè a Benedetto XVI manca un collaboratore: il "Ratzinger di Ratzinger"

BENEDETTO XVI REVOCA LA SCOMUNICA AI VESCOVI LEFEBVRIANI: LO SPECIALE DEL BLOG

Clicca qui per leggere la nota della Fraternità di San Pio X (in francese).

Città del Vaticano, 9 feb. (Ap-Apcom)

La Fraternità sacerdotale San Pio X ha chiesto al vescovo Richard Williamson di approfondire la storica della shoah - che il presule negazionista si è impegnato a fare sul testo 'Auschwitz. Tecnica e operazione delle camere a gas' (Jean-Claude Pressac, 1989) - "in un lasso di tempo ragionevole".
In una nota pubblicata dall'ufficio stampa dei lefebvriani, si conferma che Williamson ha "accettato", lo scorso 31 gennaio, la decisione del superiore generale, monsignor Bernard Fellay, di rimuoverlo dalla direzione del seminario che dirigeva dal 2003 a La Reja, vicino Buenos Aires.
"Prima ancora che venisse pubblicata - afferma la nota - l'intervista che monsignor Williamson ha concesso allo 'Spiegel' il 9 febbraio è stato presentata come un rinvio al mittente della richiesta formulata il 4 febbraio dalla Santa Sede" di rinnegare la shoah.

"Oggi i lettori dispongono non di qualche estratto ma dell'intervista integrale e possono così notare che monsignor Williamson non rifiuta di tornare sulle affermazioni fatte alla televisione svedese il primo novembre 2008 (diffuse il 21 novembre 2009), ma che non vuole 'affermare nulla di cui non è convinto'. E' il motivo per il quale ha iniziato a studiare l'opera di Jean-Claude Pressac che rifiuta le tesi negazionistiche 'Auschwitz. Tecnica e operazione delle camere a gas' (1989)".

"Lungi dall'essere un rinvio al mittente, o addirittura una manovra delatorio - aggiunge la nota - l'iniziativa di monsignor Williasmon traduce una volontà di informarsi oggettivamente, informandosi la tesi avversa a quella alla quale egli ha aderito sinora. Si preferirebbe - si domandano i lefebvriani? - vedere mons. Williamson tenere una posizione anti-negazionista unicamente su ordinazione?
La sincerità di una simile posizione sarebbe più che sospetta agli occhi di tutti. Ma senza attendere, egli rinnova le condanne della Chiesa contro l'antisemitismo. 'Va da sé in una religione il cui fondatore e le persone principali sono ebrei di nascita', afferma. Egli dichiara che il suo studio prenderà del tempo. La verità storica soffrirà di questo ritardo? I fatti scientifici rischiano di non essere più dei fatti col passare del tempo? Certamente no!

Contrariamente a quanto afferma il giornalista dello 'Spiegel', la Fraternità non ha posto alcun ultimatum a monsignor Williamson, ma gli ha domandato di studiare queste questioni in un lasso di tempo ragionevole. Non si può rimproverargli di prender tempo per arrivare a delle conclusioni convincenti".

Poiché, infine, monsignor Williamson "non intende nuocere in alcun modo all'opera della Fraternità", egli "ha accettato, il 31 gennaio, la decisione del superiore generale di rimuoverlo dall'incarico di direttore del seminario de La Reja (Argentina)". Williamson, Fellay e gli altri due vescovi ai quali il Papa, il 21 gennaio, ha revocato la scomunica in cui erano incorsi 'latae sententiae' nel 1988, sottolinea la nota, hanno scritto al Papa il 29 gennaio per esprimere "la loro unanime gratitudine".

Apcom

Bene!
R.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Dunque abbiamo la seguente situazione: tutti i vescovi del mondo obbediscono direttamente al Papa, tranne quelli della Fraternità S. Pio X, che obbediscono a mons. Fellay. Era dai tempi dello Scisma d'Occidente (1378-1417) che non si vedeva una situazione di tale incertezza del Diritto canonico....
Agostino, Firenze

Raffaella ha detto...

Magari ubbidissero al Papa!!!
Sarebbe un bel passo avanti :-)
La Fraternita' San Pio X non e' in comunione con il Papa in modo completo...inoltre Mons. Fellay e' il superiore.
R.

Anonimo ha detto...

Non sembra da escludere che questo atteggiamento di Fellay e Williamson sia un primo atto di obbedienza verso la S. Sede.
Staremo a vedere.
Preghiamo

Anonimo ha detto...

Ma secondo Agostino da Firenze , i Gesuiti, obbedendo a Padre Adolfo, obbediscono implicitamente al Papa, o gli disobbediscono esplicitamente?

Atenagora ha detto...

Dunque abbiamo la seguente situazione: tutti i vescovi del mondo obbediscono direttamente al Papa, tranne quelli della Chiesa Ortodossa , che obbediscono al rispettivo Patriarca, ad esempio quello ecumenico, o ai rispettici Sinodi. Eppure le scomuniche agli Ortodossi sono state levate da più di quarant'anni!

Che incertezza del Diritto canonico....

Anonimo, Utopia

sam ha detto...

Caro Agostino, scusami ma francamente mi preoccupano molto di più le disobbedienze dei Vescovi che consideriamo in comunione con la Chiesa di Roma.
L'atteggiamento dei Lefebvriani è incoraggiante sul piano dell'obbedeinza, anche più, mi pare, di quello di alcuni vescovi cattolici.

Gianpaolo1951 ha detto...

Caro Agostino, fossi in Lei, stenderei un bel velo pietoso riguardo l’obbedienza dei “vescovi del mondo” nei confronti del Santo Padre!!!...

ANSA Topnews ha detto...

Ragazzi e ragazze, vi consiglio di dare un'ascoltata al seguente servizio di 30 secondi dell'ANSA :


http://www.ansa.it/site/notizie/videonews/30secondi/mondo/2009-02-09_109324831.html


Nel ringraziarli per aver evidenziato la rimozione di Williamson, va però constatato che il simpaticoni dello Spiegel hanno fatto davvero un bel lavoro di mistificazione, con le loro *incompletissime* quanto distorte 'previews' della lunga intervista..


(peraltro le risposte sono state così soppesate, che la redazione del settimanale ha dovuto per forza attaccarsi alla sola frase "Non andrò ad Auschwitz" , nel fare il titolo sensazionalistico)

Syriacus ha detto...

Riporto un commento all'ultimo post di Galeazzi (sulla rimozione di W.) :

"Questo non basta, la chiesa ha fatto un grosso errore a togliere la scomunica a tutta la setta dei FSSPX, ma non c'era da aspettarsi nulla di diverso da una Papa conservatore e reazionario legato a CL. Per il rinnovo e la modernizzazione della chiesa, e quindi per la sua salvezza dall'oblio, non ci resta che attendere un altro Papa.

scritto da marco58 9/2/2009 18:2"

Si commenta da solo. (Soprattutto il riferimento a CL! :::)



(Comunque che forte: si è passati dall'avere , come "W" per antonomasia, l'iniziale del secondo nome di Bush jr, all'iniziale del cognome di +Richard... Chissà che un giorno lo stesso Oliver Stine non ci faccia sù un film...)

anonimo ha detto...

meglio essere legati all'opus dei?

Anonimo ha detto...

A Roma, vicino a casa mia, l'Opus Dei ha fatto un bellissimo ospedale, costruendo anche la strada d'accesso. Ci sono stata e posso dire che funziona molto meglio degli ospedali del SSN. Penso che anche Dan Brown sia molto grato alla Obra. Saluti, Eufemia.

Anonimo ha detto...

@Atenagora
Ingegnoso. Touché (quasi). Però i Patriarcati d'Oriente esistono dai tempi apostolici, e non sono certo NATI da uno scisma...
Agostino, Firenze