venerdì 6 febbraio 2009

L'aperto, progressista, bravo, buon Kung intima al Papa di revocare la revoca della scomunica e lo fa dagli schermi della rai (e io pago!)


Vedi anche:

Lefebvriani, il vescovo Kock (Svizzera) scrive una lettera aperta ai Cattolici chiedendosi se il prezzo da pagare per l'unità non sia troppo alto

Una preghiera per Eluana...quella tosse squassa le prime coscienze

Traduzione in italiano dell'intervista di La Croix a Padre Lombardi

Revoca della scomunica ai Lefebvriani, vescovi polacchi: dal Papa un atto di grande coraggio (Deo Gratias!)

Shoah, Lefebvriani francesi: La Fraternità San Pio X condanna con fermezza ogni forma di odio nei confronti degli ebrei

Zollitsch annuncia che nel 2010 il Papa si recherà in Germania e, già che c'è, ne approfitta per dargli un altro schiaffo

Tutto falso: Mons. Fellay non ha mai dichiarato alla stampa tedesca di stare per ordinare nuovo sacerdoti

I Lefebvriani pronti ad ordinare nuovi sacerdoti? NOTIZIA SMENTITA

Chi non vuole il Papa in Israele? (Grana)

In visita "ad Limina" dal Papa i presuli della Nigeria. Mons. Onaiyekan: si rafforza il dialogo con l'islam (Radio Vaticana)

La Santa Sede mai così veloce: nessuna telefonata fra Bertone e Berlusconi. Magari si fosse usato lo stesso metro nei giorni scorsi...

A proposito di Eluana e di Igor (di Don Francesco)

Le radici giudaico cristiane nella teologia secondo Benedetto XVI (Crippa)

Appello dei Cattolici tedeschi a sostenere il Papa

Quando la realtà supera la fantasia: i Protestanti intimano al Papa di rispettare un Concilio cattolico

Quando Papa Wojtyla esortò il cardinal Ratzinger a ricucire con Lefebvre in nome del Concilio (Bordero)

Sia chiaro: a chiamare Berlusconi sul decreto per Eluana è stato Bertone e non il Papa!

La scomunica, il cartellino rosso dei Papi arbitri (Tornielli)

Il cardinale Castrillón Hoyos nell'occhio del ciclone: duro intervento di Rorate Caeli sull'intervista di Lombardi a "La Croix"

Portavoce Papa: Vaticano non controlla propria comunicazione (Reuters)

L'intervista di Lombardi a "La Croix"

Tutti i commenti scritti ieri sera e stanotte sono stati inseriti nel blog

Benedetto XVI, omelia di inizio Pontificato: il ruolo del Papa e del Pastore

Padre Lombardi: sui Lefebvriani ci sono stati problemi di comunicazione

Lefebvriani, Don Abrahamowicz insiste: "Vaticano II peggio di un'eresia"

Forse è il caso di ricordare ai cardinali il significato della loro veste color porpora...

Eccone un altro: il cardinale Cormac Murphy-O'Connor contesta il Papa per la revoca della scomunica ai Lefebvriani

"Pericoloso" precedente canonico nella nota della Segreteria di stato su Mons. Williamson?

Gli ebrei tedeschi pretendono che il Vaticano tronchi ogni dialogo con i Lefebvriani. Non è ora di smetterla di intromettersi?

Ecco la notizia che volevamo leggere! I Preti tedeschi: i nostri Vescovi non lo difendono, ma noi sosteniamo il Papa

Il canonista Rik Torfs: "Gli uomini come Ratzinger raramente mettono in funzione camere a gas ma restano comunque potenzialmente pericolosi..."

Perché Wojtyla non può fare a meno di Ratzinger il duro (articolo di Paolo Francia del 7 gennaio 2002)

I problemi nascono perchè a Benedetto XVI manca un collaboratore: il "Ratzinger di Ratzinger"

La drammatica invocazione del Papa che chiede a noi fedeli ed ai PASTORI l'impegno a sostenere la sua delicata e gravosa missione

Robert Spaemann: Papa Ratzinger, dai media una caricatura (Galli)

Quizzone: secondo voi è più aperto e progressista chi revoca una scomunica o chi chiede la revoca della revoca?

Lefebvriani: vaticanista e giallista divisi sul dossier vaticano (Izzo)

Zollitsch (vescovi tedeschi) si dice soddisfatto della nota vaticana. Ha parlato con il suo collega Sterzinsky?

Il Rabbino americano Irwin Kula: sproporzionate le reazioni contro il Papa!

Mons. Georg Ratzinger: la Merkel ha ceduto alle pressioni nel criticare il Papa. Il passo falso del canceliere contestato dalla Csu (Agi)

Stasera le comiche: Zollitsch apprezza il chiarimento della Segreteria di Stato

Remissione della scomunica ai quattro vescovi lefebvriani: nota della Segreteria di Stato

Magister sul disastro vaticano: la solitudine di Papa Benedetto, l'inettitudine della curia e i colpi a vuoto della segreteria di stato

Vescovo negazionista, un complotto contro il Papa: ricostruzione incontestabile di Tornielli. Un dossier circola nei Sacri Palazzi

BENEDETTO XVI REVOCA LA SCOMUNICA AI VESCOVI LEFEBVRIANI: LO SPECIALE DEL BLOG

Su segnalazione della nostra fonte inesauribile, Eufemia, che ringraziamo di cuore, leggiamo l'ennesima sparata di Kung, il teologo cosiddetto "ribelle", talmente ribelle da apparire come il piu' agguerrito conservatore dello status quo!
Vi ripropongo il quizzone: chi e' piu' aperto e progressista? Chi revoca una scomunica o chi chiede di mantenerla o ripristinarla?
Ah, Kung, che zappa sul piede!
Ad un certo punto il "Nostro" afferma che i cattolici tedeschi starebbero dalla parte della Merkel (e sua).
E' proprio sicuro? Davvero?
Alla rai chiedo: devo sentire critiche al Papa senza contraddittorio? E' il caso? E io pago...il canone
!
La prossima settimana la Annunziata inviti un "ratzingeriano puro" tanto per non essere accusata di essere caduta nello stesso errore di Santoro.
R.

Teologo Kueng: Papa non accolga vescovi nella Chiesa

Roma, 6 feb. (Apcom)

Il Papa torni sui suoi passi e non accolga i quattro vescovi lefebvriani nella Chiesa.. A chiederlo è il teologo tedesco Hans Kueng, intervenuto alla registrazione del programma di Lucia Annunziata 'In Mezz'ora' che andrà in onda domenica pomeriggio su Raitre.

"Il Papa si deve staccare da questo gruppo - afferma Kueng - non è possibile nè accettabile che questi vescovi facciano parte della Chiesa cattolica. Sarebbe un gesto coraggioso se tornasse indietro sulla sua posizione".
Il teologo tedesco critica la decisione del Papa di revocare la scomunica ai quattro vescovi tradizionalisti che "non accettano il Concilio Vaticano II. Non si tratta solo del vescovo che ha negato in modo orribile e inaccettabile la Shoah - ha aggiunto Kueng - ma di tutta la fraternità san Pio X che rinnega il Vaticano II.
Come è possibile che il Papa possa revocare la scomunica a questi vescovi che non accettano la dottrina del Concilio? Non solo sul giudaismo ma anche sulla libertà di religione, libertà di coscienza, la relazione positiva con i protestanti, le buone relazioni con l'Islam; e poi dovrebbero accettare le riforme liturgiche del Concilio Vaticano II".

Il teologo ribelle critica anche il ruolo della Curia all'interno della scelta di Benedetto XVI. "Non è uno sbaglio di comunicazione - ha aggiunto Kueng - ma uno sbaglio di regime, di governo della Chiesa. Il Papa sapeva come già sapeva quando era cardinale che questi vescovi sono antigiudaici. Non è uno sbaglio di comunicazione, ma in un certo senso uno sbaglio di calcolo perchè il Papa non ha pensato alle conseguenze e a così tante opposizioni che avrebbe creato nel mondo. Per questo si parla di un movimento a destra nella Curia romana; il Papa ha scelto collaboratori che hanno una linea conservatrice e reazionaria, e adesso è anche un pò isolato dal popolo cristiano".

A proposito della dichiarazione della Cancelliera tedesca Angela Merkel, il teologo tedesco ha detto di essere d'accordo: "Aveva ragione, ha espresso l'opinione della maggioranza del popolo cattolico del nostro paese e dell'opposizione molto seria degli ebrei".

© Copyright Ssa/Cci

11 commenti:

Daniele ha detto...

Kung è convinto da 40 anni che i cattolici stiano dalla parte sua. È la tara di tutti i relavisti: non avendo nessun criterio oggettivo di verità su cui fondare le proprie posizioni, si appellano a una "volontà comune" che esiste solo nella loro testa.

Su una cosa forse Kung ha ragione: sono dalla sua parte, ammesso che importi loro qualcosa, quelle migliaia di ex cattolici tedeschi che per colpa sua e di altri teologi "alla moda" come lui hanno lasciato per sempre l'ovile di Cristo. Complimenti per il successo!

euge ha detto...

Non bastano i comizi che giornalmente dobbiano sopportare contro il Papa dai media da alcuni politici, da una parte della chiesa, dai rabbini adesso ci si mette anche Kung e per di più su una rete della rai........ beh è la stessa che ospita la Litizzetto dunque.........!
L'unico problema che il comizio di kung lo devo pagare con i miei soldi.

fuffo ha detto...

ma uno che è "fuori" dalla Chiesa e i cui amici vanno lamentandosi in giro che è stato scomunicato (cosa peraltro non vera), cosa vuole dalla Chiesa?
Vada ad arricchire le comunità protestanti, magari riesce a riempire le loro di chiese, visto che con loro è in piena comunione.
Caro Kung, se avessimo condiviso la sua dottrina, ci saremmo convertiti al protestantesimo tutti da un pezzo, praticanti e ancora di più ex praticanti.
E basta con questi predicatori sessantottini perennemente in tv!

Syriacus ha detto...

Ragazzi, nella stampa tedesca cominciano ad insinuare frasette tipo "ambienti vicini al papa non escludon o che possa arrivare a dimnettersi" .

Siamo ormai a 'sti livelli...

euge ha detto...

Caro fuffo in effetti ne abbiamo le scatole piene di predicatori sessantottini che devono a tutti i costi occuparsi di noi e delle nostre coscenze.
Voi avete le vostre chiese andate a predicare dove vi ascoltano a bocca aperta.
Noi vogliamo bene al Papa ed è a lui che prestiamo la nostra attenzione.

fr. A.R. ha detto...

Cari miei, oltre al Concilio Vaticano II, c'è stato un altro Concilio Vaticano, ovviamente il primo. Mi piacerebbe chiedere a Kung se lui accetta tutto quello che è stato stabilito in quel concilio altamente dogmatico. Poi vediamo chi debba essere scomunicato... Anzi, vi suggerisco, fate la prova "VATICANO I" con tanti altri "supporter dei concili". Non so quanti la passano...

don Marco (disgustato) ha detto...

Ormai nulla mi stupisce.
Per caso girellavo poco fa sui canali TV e vedo vescovi e cardinali, e di che mi accorgo???? delle IENE andate al Convegno dell Penitenzieria apostolica dove han ripreso Vescovi dormienti, han fatto domande imbarazzanti sulla pedofilia, ovviamente a trabocchetto a sacerdoti stranieri e via dicendo.
Al di la dello squallore in entrambe le partiture, ma alla Penitenzieria non ci sta nessuno che controlla?
Ormai siamo alla frutta!!!!
Speriamo qualcuno presenti il conto.

Anonimo ha detto...

Ormai anche i giornalisti meno sciatti si fanno prendere dalla tentazione di copiare il compito: sparare su Ratzinger. Sull'Espresso di oggi è uscito quello di Andrea Milani, pieno di livore e negligente. Si vede che anche l'Annunziata ha sentito il richiamo della foresta e ha preferito tornare nel branco. Tanto sono tutti o stipendiati o sovvenzionati dallo Stato. Saluti, Eufemia

Anonimo ha detto...

Se poi i lefevbreriani firmeranno il concilio II per entrare in comunione con roma mi aspetto che tutti questi vadano in piazza san pietro e si inginocchino per le loro scemenze. Il papa ha teso la mano verso i vescovi di lefebre, non sono ancora nella chiesa. Vogliamo capirlo o no? Marco

euge ha detto...

A proposito di Kung...... l'ultima boiata in ordine di tempo, è la seguente:

Pare che siccome per kung il papa sia di stampo medievale, ( solita pappa fritta e rancida), gli abbia consigliato di prendere esempio da Obama!!!!!!!
Letto su Petrus.
A kung mo le hai proprio fatti a peperini!

fuffo ha detto...

cara euge, nei confronti di Obama finora c'è stato solo un eccesso di anticipo di simpatia, cosa di cui il Papa non ha mai potuto godere nemmeno per il sacrosanto beneficio del dubbio che dovrebbe essere concesso a tutti gli esseri umani. Speriamo cominci a dimostrare qualcosa, il superpresidente, altrimenti tra un pò tutto stò eccesso sentimentale non ci basteranno nemmeno i peperini di cui parli per contenerlo.