lunedì 9 febbraio 2009

Stasera le comiche: Zollitsch (Germania) invita a manifestare solidarietà al Papa. Siamo alla commedia...


Vedi anche:

Eccone un altro: il card. Danneels (Belgio) si vergogna di essere vescovo come Williamson

Un rabbino in difesa di Benedetto XVI (Zenit)

Dai, diciamocelo! Ce lo diciamo? Almeno fra noi? Dai, sù! L'ufficio stampa dei Lefebvriani funziona alla grande :-)

Lefebvriani, la modernità e la strana alleanza tra atei e clerical-progressisti (Iannuzzi)

Mons. Fellay ha rimosso Mons. Williamson il 31 gennaio scorso: nota ufficiale

Il Papa all'ambasciore del Brasile: Pace e giustizia sociale sono le priorità (Sir)

La traduzione in italiano dell'intervista di Williamson a Spiegel (Messainlatino)

L'intervista di Williamson al quotidiano tedesco Spiegel (traduzione in inglese)

L'Angelus di Benedetto XVI: Gli uomini, la sofferenza e la malattia (Sir)

Lefebvriani: Williamson, stop a guida seminario Buenos Aires

Il Papa: «Dalle malattie si può sempre guarire» (Lorenzoni)

Mons. Betori: «Nella storia di Eluana l'amore più alto e concreto è quello delle suore» (Cazzullo)

Finalmente anche le agenzie di stampa italiane si svegliano: Williamson rimosso. Che c'entra la Merkel?

Williamson fuori da seminario (Tgcom)

La Nation: Mons. Williamson rimosso dal suo incarico. Lo ha reso noto Padre Bouchacourt, superiore dei Lefebvriani nell'America del Sud

LEFEBVRIANI: MONS. WILLIAMSON E' STATO RIMOSSO DAL SUO INCARICO

Il Papa in Medio Oriente andrà in una moschea e al museo della Shoah (Tornielli)

Eluana, Bertone telefona a Napolitano: non vogliamo interferire (Conte). Cossiga critica l'Osservatore Romano: "tiepido"

Benedetto XVI all'Angelus: prego per tutti i malati, specie per coloro che non possono provvedere a se stessi (Radio Vaticana)

Chi in curia alimenta il fuoco mediatico contro il Papa? Risponde Damian Thompson

Giovedì 12 febbraio il Papa incontrerà gli ebrei Usa

Voci su una imminente sostituzione di Mons. Williamson

La Nacion: al seminario di La Reja già si pensa al successore di Mons. Williamson. Forse Mons. de Galarreta?

Telefonata tra il Papa e la Merkel dopo le accuse infondate del Cancelliere

Il Papa: "Solo la riconciliazione con Dio può donarci la vera guarigione, la vera vita, perché una vita senza amore e senza verità non sarebbe vita" (Angelus)

Il Papa: Preghiamo per malati gravi che dipendono da cure altrui

La Merkel si piega e chiede un colloquio con il Santo Padre

I Lefebvriani: la campagna mediatica non allontani il dialogo teologico (Izzo)

Appello di sostegno al Santo Padre da sito semiufficiale austro-tedesco

Anticipazioni: Williamson non è più rettore del seminario. I vescovi tedeschi in fibrillazione

Williamson: «Ritratterò solo di fronte a nuove prove» (Cremonesi). Viaggio del Papa in Israele? Mah...

Più segnali positivi dai Lefebvriani

I vescovi tedeschi chiedono al Papa di "riscomunicare" Williamson. Wao...ecco la soluzione di tutto!

Povera Chiesa...povera la mia Chiesa! Ma questa è ancora la mia Chiesa? Riflessione

Il portavoce dei Lefebvriani, Abbé Alain Lorans: "La posta in gioco è dottrinale"

La questione Williamson potrà avere anche effetti positivi?

ESPLOSIVO ARTICOLO DE "IL FOGLIO": ECCO I NOMI ED I COGNOMI DELLA FRONDA ANTI RATZINGER

Padre Gemmingen (Radio Vaticana tedesca) getta la maschera: "In atto ondata di abbandoni Chiesa". La Santa Sede reagisca!

Vescovi che si sentono signorotti feudali: il cardinale di Manila vieta di fatto l'applicazione del motu proprio "Summorum Pontificum"

A che gioco sta giocando il gesuita E. von Gemmingen, responsabile della sezione tedesca della Radio Vaticana?

Vescovo negazionista, un complotto contro il Papa: ricostruzione incontestabile di Tornielli. Un dossier circola nei Sacri Palazzi

I problemi nascono perchè a Benedetto XVI manca un collaboratore: il "Ratzinger di Ratzinger"

BENEDETTO XVI REVOCA LA SCOMUNICA AI VESCOVI LEFEBVRIANI: LO SPECIALE DEL BLOG

VESCOVI LEFEBVRIANI: ZOLLITSCH (DBK), “NESSUNA RESTAURAZIONE DAL PAPA”

Riconoscimento del Concilio Vaticano II e solidarietà al Papa: questi i temi principali toccati da mons. Robert Zollitsch, presidente della Conferenza episcopale tedesca (Dbk) in un commento ieri su Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung, l'edizione domenicale del quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung. Zollitsch ha respinto l'accusa secondo cui il Papa perseguirebbe intenti restauratori, ricordando che "agisce per la responsabilità e su di lui grava in particolare il compito di prendere decisioni per l'intera Chiesa universale sul modo in cui i grandi temi del Concilio debbano essere oggi rivitalizzati". Il vescovo ha affermato che il Papa "vuole la continuità e si adopera con molta perspicacia ed energia per mostrare la Chiesa pre e postconciliare come l'unica Chiesa". Sulla questione dei lefebvriani, Zollitsch ha osservato che tale vicenda "ha nuociuto alla Chiesa cattolica", in quanto "ha destato l'impressione erronea che la Chiesa si sia affannata prematuramente per avvicinarsi a persone sinistre e per tornare al passato". Ciò, ha aggiunto, "addolora chiunque si senta legato alla Chiesa e stimi la forza della fede cristiana. Per questo motivo è importante non dividersi a livello interno e non restare intrappolati in consigli reciproci sulla migliore reazione in questa situazione. Piuttosto, occorre la solidarietà reciproca e nei confronti del Papa", ha concluso Zollitsch.

© Copyright Sir

E chi semina la divisione? Il Papa?
Chi ha attaccato il Santo Padre su tutti i media e le televisioni andando a braccetto con i media?
Non scherziamo...
Non mi stupisce che in Germania molti meditino di lasciare la Chiesa Cattolica. Forse lo farei anche io...in polemica con i vescovi diocesani :-)
Adesso l'ho scritto ;-))

R.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Zollitsch è candidato alla porpora, vero? Ottimo, prescrivo una cura preventiva Billot.
Accidenti, ci vorrebbe una donna come segretaria del Papa. Una specie di Suor Pascalina di v.m.
Alessia

Raffaella ha detto...

Sottoscrivo, Alessia :-))
R.

gemma ha detto...

roba da matti...ridiamo per non piangere
propongo il quadrupede di don marco come mascotte per la prevista visita da quelle parti

Anonimo ha detto...

Parole sentitissime...
Ma non era meglio a questo punto che si stava zitto?
Antonio

euge ha detto...

Ma che cosa è successo a Zollitsch è stato fulminato sulla via di Damasco?

SERAPHICUS ha detto...

Non vi preoccupate: Zollitsch non è "candidato alla porpora". Ci mancherebbe che un arcivescovo qualunque di una diocesi insignificante - mai sede cardinalizia - diventi cardinale. Saremmo veramente alle comiche. Ma come ho detto: non è previsto.

Anche se è da molto tempo che non rido più.... :(

Anonimo ha detto...

Mi colpisce una cosa nelle parole di codesto Monsignore. Le ultime, in cui affianca un gruppo di persone (i lefebvriani) definendoli "sinistri" con il "ritorno al passato". Cosa intenderà con questo? Che tutto il passato della Chiesa è "sinistro"?

Nicolò

Anonimo ha detto...

Ormai quasi tutte le conferenze episcopali sono in preda alla sindrome dell'Assemblée nationale, e non vedono l'ora di commettere il regicidio. Quella italiana si salva, perchè il presidente è nominato dal papa (anche se Romeo aveva provato a fare il girotondino). Intanto i superdemocratici vescovi tedeschi hanno levato la patente di cattolica all'agenzia Kreuz net.Saluti, Eufemia